L'Italia degli under 35

Qual'è la situazione lavorativa ed imprenditoriale degli under 35?
L’Italia del lavoro under 35 lascia ancora il segno e mette in evidenza uno spaccato tra Nord e Sud molto chiaro. Da una ricerca elaborata da Datagiovani sui dati Istat relativi al 2010, in Italia sono disoccupati ben 1,2 milioni di under 35 e la maggior parte si concentra al Sud Italia.
Circa 1,1 milione di persone (il 96% del totale) è impiegato attivamente nel cercare un posto di lavoro mentre la restante parte, il 4% sta aspettando di iniziare un nuovo impiego (già ottenuto) o è in attesa di una risposta.

Secondo l'Unionecamere oltre un'azienda su 10 in Italia è guidata da un under 35. Sono, infatti, 720 mila ''imprese giovanili'', ovvero l'11,8% del totale. Le imprese con a capo uomo o donna di età inferiore ai 35 anni, spiega l'associazione delle Camere di Commercio, ''si concentrano soprattutto nei settori piu' tradizionali'".

Al 31 dicembre del 2010 i settori a piu' elevata concentrazione d'imprese giovanili sono quelle dei servizi alle persone (16,2% del totale delle imprese del settore), delle costruzioni (15,9%) e dell'alloggio e ristorazione (15,2%). In termini assoluti il settore che attrae maggiormente i giovani capitani d'impresa sia quello del commercio, dove si contano quasi 200 mila imprese pari al 27,6% del totale di aziende 'under 35. Mentre, dal punto di vista geografico e' Roma (con 44.166 imprese) la provincia che fa segnare il maggior numero di iniziative imprenditoriali giovanili, seguita da Napoli (40.874) e da Milano (29.753).

  • shares
  • +1
  • Mail