Inflazione europea in salita dell'1,6% su base annua

L'obiettivo della Bce è avere un tasso d'inflazione che rimanga al di sotto del 2% nel medio termine.

L'inflazione su base annua nell'Eurozona sale all'1,6% a giugno rispetto all'1,4% registrato a maggio. La stima preliminare di Eurostat indica che i prezzi al consumo nei 17 Paesi della moneta unica sono aumentati secondo le attese degli economisti.

L’economia europea comincia muoversi? I dati indicano di sicuro un'inversione di tendenza nell'andamento dei prezzi al consumo che sono aumentati a maggio 2013 dell'1,4% dall'1,2% del precedente aprile, che era il livello minimo dal 2,4% registrato a giugno 2012.

Nel dettaglio i prezzi di alimenti alcol e tabacco sono saliti del 3,2% sull’anno, ma sono stabili rispetto a maggio; il prezzo per l'energia è in crescita tendenziale dell'1,6% (-0,2% a maggio 2013) quello dei servizi dell'1,4% (1,5% a maggio) e quello dei beni industriali non energetici è salito dello 0,7% (0,8% a maggio).

L'obiettivo perseguito dalla Banca centrale europea è quello di avere un tasso d'inflazione che rimanga al di sotto del 2% nel medio termine.

Eurostat ha diffuso oggi anche i dati sulla disoccupazione che è aumentata in un anno nella zona euro dello 0,8%, per 1,34 milioni di nuovi disoccupati in termini reali. In Europa i disoccupati sono oggi 26,4 milioni, 19,2 milioni solo nella zona euro.

Timidi segnali di miglioramento invece per la disoccupazione giovanile che nell'area euro è scesa a maggio 2013 al 23,8% rispetto al 23,9% di aprile. Nell'Europa a 27 il tasso scende al 23%, lo 0,2% in meno sul mese precedente. La strada è però tutta in salita: rispetto a maggio del 2012 la disoccupazione giovanile dell'eurozona è aumentata di 0,8 punti percentuali e nell'Ue dello 0,2%.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail