Da settembre a Milano parte il Taxi collettivo!

tassinaro

Lagne su lagne ma intanto qualcosa con il Decreto Bersani sembra essersi mosso.

Turni liberi e taxi collettivi con tariffa low cost a Milano, almeno nelle grandi manifestazioni che richiamano in città enormi quantità di visitatori. (leggi)

Lo ha deciso un tavolo tecnico costituito da rappresentanti delle istituzioni, tassisti e consumatori riunitosi ieri, per varare le prime misure che dovrebbero tagliare le tariffe e aumentare l'offerta di auto bianche in città.

Il banco di prova saranno le prime grandi esposizioni fieristiche di settembre e la settimana della moda donna. Obiettivo incrementare già da settembre il servizio presso i padiglioni espositivi di Fiera Milano e Fieramilanocity.

Diamo qualche numero:

  • 4855, é il numero delle licenze e dei taxi nel capoluogo lombardo. Nei giorni caldi della fiera potranno lavorare tutti insieme.
  • 400 sono le auto che già da ora possono essere guidate anche dai familiari.
  • 60% é il risparmio dei visitatori grazie al taxi collettivo. Funzionerà per non meno di tre passeggeri per un'identica tratta (da e per Rho-Pero collegamento con gli aeroporti di Linate e Malpensa e le stazioni Centrale e Cadorna) con una tariffa collettiva. Il passeggero pagherà un terzo della corsa maggiorata del 20 per cento. In definitiva un risparmio del 60 per cento: anziché dieci euro se ne pagheranno quattro.

A settembre il banco di prova: si parte l'8 con il Macef (80.000 visitatori) e si continua il 18 con il salone del ciclo.

Inoltre, sempre a Palazzo Marino, é stata fatta dagli autisti la proposta per aprire una scorciatoia che parta dalla ferrovia (Via Barzaghi) e arrivi a Rho-Pero.

  • shares
  • +1
  • Mail