Multe low cost, Lupi propone di ridurle fino al 30% per chi paga subito

La proposta di legge sulla riduzione degli importi delle multe per chi le paga subito potrebbe entrare in vigore entro l'estate

Pagare le multe è forse l'attività più irritante che qualunque cittadino (certamente in errore) possa fare: spesso lo è talmente tanto, o la sanzione è considerata talmente ingiusta, che si evita proprio di farlo, incappando poi in sanzioni ben maggiori o, peggio del peggio, nelle strettissime maglie di Equitalia.

La proposta al vaglio della Commissione trasporti della Camera, su proposta del deputato Michele Meta, ve l'aveva già enunciata Soldiblog circa un mese fa: ridurre del 20% l'importo della sanzione se questa viene pagata entro 5 giorni, con mezza soddisfazione del multato e totale soddisfazione dello Stato.

Lo stesso Meta ha così spiegato la sua iniziativa:

"Entro l’estate dovrebbe diventare legge la mia proposta di scontare del 20% le multe che verranno pagate entro cinque giorni. Poiché in questo campo i ricorsi fioccano, per gli enti locali questa misura significherà la certezza dell’incasso e per i cittadini incorsi nelle infrazioni un sollievo ma, al tempo stesso, non un incoraggiamento a trasgredire."

Se pensiamo che su 100 multe fatte, in media ne vengono pagate soltanto 20 entro i termini previsti, i benefici sono assolutamente evidenti. La proposta è stata infatti immediatamente plaudita dal governo, che ha dato il suo immediato via libera alla discussione in Commissione. Questa mattina il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi ha calato il carico pesante sul tavolo, rimpinguando l'interessante piatto già preparato dal deputato Meta.

Lupi auspicherebbe infatti una diminuzione dell'importo da pagare, se saldato entro 5 giorni, fino al 30%: in audizione proprio presso la Commissione trasporti, il ministro ha spiegato:

"Sulla proposta del parlamento per chi paga immediatamente la multa possa avere una riduzione del 20% il governo è favorevole, ma crede che l'ideale sarebbe mettere il 30 per cento. Se la proposta potesse essere condivisa da governo e parlamento con questo segnale porterebbe immediatamente risorse certe: abbiamo fatto le nostre verifiche su quanti pagano le multe, quanti i contenziosi: sarebbe un incasso certo."

La proposta potrebbe passare prima dell'estate, inserita come emendamento nell'ormai famoso decreto del Fare in discussione alla Camera.

  • shares
  • +1
  • Mail