Le associazione dei consumatori diffidono le società di rating

Adusbef e Federconsumatori diffidono Moody's e Standard & Poor's ad emettere qualsiasi rapporto di valutazione sull'ItaliaAdusbef e Federconsumatori hanno inviato una formale diffida alle società di rating ad emettere qualsiasi rapporto di valutazione sull'Italia. Le due associazioni avevano denunciato Moody's e Standard & Poor's alle Procure della Repubblica per i report falsi emessi sull'Italia a partire dal 6 maggio 2010 e che vede iscritti nel registro degli indagati un analista ed il legale rappresentante della società Moody's, oltre ai tre analisti di Standard & Poor's ed i responsabili legali per l'Italia delle due agenzie.

Le denunce riguardano l'agenzia Moody's con riferimento al report diffuso il 6 maggio del 2010 a mercati aperti ed i giudizi espressi sul sistema italiano in tre differenti circostanze dall'agenzia Standard & Poor's. Nell'ultimo di questi report, emesso il primo luglio scorso, l'agenzia di rating ha espresso giudizi negativi sulla manovra finanziaria 'quando il mercato era ancora aperto prima ancora che esistesse un testo definitivo della manovra.

''Poiche' Moody's e Standard & Poor's non hanno alcuna licenza per emettere pagelle sull'Italia, perche' non hanno superato l'esame di iscrizione richiesto dall'Esma, non avendo alcun titolo per poter operare in sede italiana ed europea" afferma la nota congiunta delle due associazioni "sono state diffidate ad emettere alcun rapporto per l'Italia e società italiane fino a quando non otterranno l'iscrizione".

Adusbef e Federconsumatori rammentano che sono ''nove le agenzie, che hanno già dimostrato di avere i requisiti necessari e hanno superato l'intero percorso previsto dal regolamento europeo ed hanno piena legittimità ad emettere le pagelle, al contrario delle tre sorelle del rating, Fitch, Moody's e Standard & Poor's, che non avendo superato l'esame previsto, sono state bocciate il 24 agosto scorso dopo le inchieste penali della Repubblica di Trani''.

  • shares
  • Mail