Carburanti: i prezzi schizzano, l’estate è arrivata

Gli aumenti arrivano in controtendenza rispetto al calo sui mercati internazionali del prodotto raffinato.


Con l’estate e l’ondata di caldo arriva, come di consueto, anche l’ondata dei rincari dei prezzi della benzina. Dopo l'aumento di ieri di 1,5 centesimi al litro dei prezzi raccomandati dei carburanti da parte market leader Eni oggi tutte le altre compagnie si sono adeguate con aumenti che vanno da 0,005 a 0,015 euro al litro, e un prezzo massimo fatto segnare da Total Erg per la verde, a 1,865 euro.

Gli aumenti, rileva Staffetta Quotidiana, arrivano in controtendenza rispetto al calo sui mercati internazionali del prodotto raffinato (per l'effetto cambio) e portano il prezzo della benzina al massimo dal 25 marzo scorso.

Nel dettaglio Shell ha aumentato di 1,5 centesimi il prezzo di benzina e diesel; Total Erg di 1,5 centesimi il prezzo della verde e di uno quello del gasolio; Tamoil e Q8 hanno aumentato di un centesimo il prezzo su tutti e due prodotti; IP ed Esso di 5 centesimi.

Anche il prezzo del gpl si conferma in salita, tra 1 e 1,5 centesimi di euro al litro, e i prezzi praticati sulla rete nazionale sono in aumento anche per le no-logo.

Le medie nazionali della benzina e del gasolio si attestano rispettivamente a 1,832 e 1,737 euro al litro, gpl a 0,786. Le punte di prezzo sono per la verde di 1,873 euro al litro, ai livelli di metà gennaio, per il diesel di 1,755 euro al litro e per il gpl a 0,818 euro/litro.

A livello Paese, sempre considerando la modalità “servito", secondo il Servizio Check-Up Prezzi di Quotidiano Energia il prezzo medio praticato della benzina va oggi da 1,818 euro al litro di Eni a 1,832 di Tamoil, con le no-logo a 1,715. Per il diesel si va da 1,720 euro al litro ancora di Eni a 1,737 di Tamoil, no-logo a 1,598 euro/litro. Il prezzo del gpl infine è tra 0,771 euro al litro di Shell e 0,778 euro di Tamoil, con le no-logo a 0,732.

© Foto TMNews

  • shares
  • +1
  • Mail