Crisi economica e aumento dei furti: nei supermercati sparita merce per 3 miliardi

Lo studio di Bankitalia sull'aumento dei reati economici legati alla recessione: -10% di attività economica uguale a +6% di furti e +10% di estorsioni. Coldiretti: si ruba per soddisfare i più elementari bisogni.

La crisi spinge alla commissione di reati, di una certa tipologia di reati: una riduzione del 10% dell'attività economica a livello locale produce un aumento del 6% dei furti e del 10% delle estorsioni, mentre sono praticamente nulli gli effetti sui reati che richiedono una maggiore attività organizzativa come le rapine.

Secondo uno studio pubblicato ieri da Bankitalia sui risultati dei primi due anni della crisi (2008-2009) nelle aree dove la criminalità è tradizionalmente più radicata (Campania, Calabria, Puglia e Sicilia) il legame fra la flessione dell'attività economica e l'intensificarsi dei reati ha un’incidenza decisamente minore. Le organizzazioni criminali di tipo mafioso rendono più difficile improvvisare azioni illegali, mente l’incidenza del fenomeno è avvertita particolarmente nelle zone in cui la forza lavoro è più giovane o dove c'è una prevalenza di piccole imprese.

Lo studio pubblicato da Palazzo Koch nei suoi working papers, e realizzato dagli economisti Guido De Blasio e Carlo Menon, evidenzia poi come non vi sia nessuna correlazione fra la crisi e i reati a carattere non strettamente economico: stupri, omicidi o altri crimini violenti.

Coldiretti commentando l’analisi della Banca d’Italia spiega che i furti nei supermercati hanno superato il valore di 3 miliardi di euro all'anno:

a causa anche della crisi che spinge a rubare per soddisfare i più elementari bisogni e le più tradizionali abitudini.

A sparire dagli scaffali dei supermercati i prodotti per la barba, gli accessori per l'abbigliamento, giacche e cappotti, vini e liquori, ma anche formaggi, salumi, carne. Sempre più spesso si ruba per fame:

nel 2011 in Italia ci sono stati furti per una media di oltre 150 euro per famiglia all'anno, pari al 1,39% del totale delle vendite al dettaglio nei supermercati.

Inoltre i dati del "Barometro dei furti nella vendita al dettaglio” del Centre for Retail Research di Coldiretti mostrano un incremento dei furti dei prodotti agricoli nelle campagne - frutta e verdura, ma anche pecore e galline - tale da richiedere un rafforzamento dell'attività di controllo da parte delle forze dell'ordine sul territorio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail