In arrivo i ticket di ingresso per gli automobilisti non residenti. Più inquinamento uguale più soldi?

autosoldi2 Inquinamento, congestione del traffico, affollamento dei parcheggi: sono anni che si discute dei problemi causati dall’enorme afflusso di automobili in alcune città.

E forse qualcosa comincia a muoversi: se a Bologna già si pagano ben 5 euro per entrare nel centro storico, Letizia Moratti, sindaco di Milano, ha annunciato che dal 2007 i non residenti dovranno pagare un ticket per entrare in città. Essendo la misura pensata in primo luogo per combattere lo smog, le tariffe varieranno secondo le emissioni inquinanti. Si prospettano tempi duri per i diesel e per i veicoli più vecchi. In linea di massima il ticket costerà tra i 3 e i 4 euro. Nella prima fase la situazione verrà gestita tramite la vendita di speciali tagliandi, “i gratta e passa”, dopodiché si passerà a modalità di controllo più futuristiche tipo telepass o addirittura la targa elettronica, che renderà riconoscibile il veicolo tramite un chip incorporato.

Facendo due calcoli, il gettito previsto dal ticket (600mila auto al giorno per 3,5 euro) potrebbe essere pari a circa 2 milioni di euro al giorno (!), una cifra da non credere. Da milanese, spero almeno che una cifra così imponente venga investita per migliorare i servizi e le infrastrutture di questa città (mezzi pubblici gratis per tutti? nuove linee della metropolitana?). A voler essere maligni viene comunque il dubbio che la prima finalità sia quella di far cassa, viste le cifre in gioco.
Si sa, Milano rappresenta spesso un modello (a torto o a ragione) poi imitato da altre città: è probabile che se l’iniziativa avrà successo, progetti analoghi saranno avviati anche in altre città aventi i medesimi problemi: nel prossimo futuro potrebbe muoversi sullo stesso binario anche Venezia, dove il problema maggiore è reggere l’enorme impatto dei turisti.

E, a prima vista la notizia suona un pò strana, anche le isole Eolie soffrono dello stesso problema, sebbene sono in estate. Il sindaco di Lipari ha già annunciato che l’anno venturo il ticket d’ingresso salirà a 5 euro. Anche qui il calcolo è semplice: stando ai dati di quest’anno (150 mila visitatori), la misura porterebbe nelle casse delle isole circa 750 mila euro. Un buon introito, anche se molto lontano dai 2 milioni al dì di Milano.

  • shares
  • +1
  • Mail