Mercato del lavoro, nel 2012 andranno persi 792.000 posti

Mercato del lavoro, nel 2012 andranno persi 792.000 posti''Il mercato del lavoro rimane imballato": l'occupazione non cresce e il tasso di disoccupazione, dopo la ''tregua'' di quest'anno riprenderà a salire nel 2012. Confindustria delinea uno scenario poco rassicurante per l'occupazione in Italia e, nelle consuete previsioni contenute negli scenari economici, sottolinea che il 2012 si chiuderà con 729 mila unità di lavoro in meno rispetto all'inizio del 2008.

L'occupazione, misurata sulle unità di lavoro, registrerà una leggera crescita dello 0,2% nel 2012, dopo il rialzo dello 0,9% di quest'anno. Il tasso di disoccupazione, invece, dopo la tregua di quest'anno con una crescita all'8,2% e dopo il rialzo all'8,4% nel 2010, dovrebbe riprendere a salire nel prossimo anno registrando un rialzo all'8,3%.

Tra la metà del 2011 e la fine del 2012 il numero di persone occupate caleràdi 67 mila unità, segnando una media d'anno di +0,1% quest'anno e -0,1% nel 2012. Il biennio si chiudera' cosi' con 628 mila persone occupate in meno rispetto a inizio 2008. La frenata dell'occupazione - spiegano a Viale dell'Astronomia - ''si sentirà di piu' nell'industria in senso stretto'' che già era sotto di 573 mila unità a meta' 2011 rispetto a inizio 2008 (-11,4%).

Via Confindustria.

  • shares
  • Mail