Calcio in tv, fioccano le offerte. Ma il campionato comincerà davvero?

calcio21082006 Come ogni anno in questo periodo imperversano le offerte delle pay tv sull’imminente campionato di calcio.
E in effetti sembra molto interessante l’offerta Sky-calcio: fino al 31 agosto, con 15 euro al mese, e nessun costo di attivazione ti porti a casa il campionato di serie A (dai campi Sky), ma anche la Premiere League, il campionato francese e quello scozzese. Il pacchetto comprende oltre a tutti i gol e le partite, anche i dopopartita con i commenti dei protagonisti.
Da non sottovalutare pure il pacchetto Sky-sport, che, al costo di 8 euro mensili propone gli anticipi e i posticipi del campionato di Serie A, la Champion League, i big match dall’estero (Premier League, Bundesliga, Liga spagnola, campionato scozzese e francese), più gli appuntamenti più importanti del basket, del rugby e del golf.
Competitive anche le proposte Mediaset, dove con 109 euro puoi vederti tutte le partite di Serie A in casa e in trasferta di Milan, Inter, Roma, Lazio e Torino più tutti i gol in diretta. Altrimenti è possibile abbonarsi alla sola Champions League, con 69 euro, o sborsare 139 euro per tutto il calcio Mediaset.
Al di là dei confronti, che lascio agli appassionati, e della competitività delle offerte, oggi più che mai è legittimo chiedersi cosa esattamente si stia acquistando. Quale campionato? Quale calendario? Con quali squadre? E soprattutto, quando inizia? Sono domande a cui non sappiamo ancora rispondere. Mediaset e Sky dal canto loro neppure, almeno da quanto emerge dai rispettivi siti Internet, vanno avanti come se nulla fosse: non una riga, né un avviso.
Ma è di oggi la notizia che la Juve ricorrerà al Tar del Lazio: la società torinese giudica eccessive le penalità comminate alla squadra, soprattutto in relazione alla sorte delle altre società coinvolte.
Essendo fissata la prossima riunione del Tar per il 6 settembre, a 3 giorni dall’inizio del campionato, esiste la concreta possibilità di uno slittamento del campionato a data da destinarsi, in caso di pronunciamento favorevole al club torinese. Non solo: la dirigenza bianconera si riserva di ricorrere anche alla camera arbitrale, in caso di giudizio sfavorevole.
Tutti conosciamo i tempi della giustizia italiana: il campionato ci sarà veramente?

  • shares
  • Mail