No all’IMU sulla prima casa e all’aumento dell'IVA: in autunno l’annuncio

Il titolare dello Sviluppo economico Flavio Zanonato al Tg1: "stiamo raggiungendo l'obiettivo".

In autunno non ci sarà l’aumento dell’aliquota Iva ordinaria dal 21 al 22% e l’Imu sulla prima casa sarà solo un brutto ricordo. Parola del ministro per lo Sviluppo economico Flavio Zanonato che ieri sera in un’intervista la tg1 ha detto:

Penso che all'inizio dell'autunno sarà possibile annunciare che non ci sarà un punto di Iva in più e non ci sarà l'Imu sulla prima casa.

Il governo è al lavoro per stabilizzare le misure prese prima dell'estate, cioè la sospensione dell’acconto Imu sulla prima casa di giugno e il congelamento dell’aumento Iva che sarebbe dovuto scattare l’uno luglio, dando il colpo di grazia ai consumi.

Rimaniamo a livello di annunci, ma un’uscita pubblica così chiara il ministro l’avrà sicuramente fatta in piena sintonia con il titolare dell’Economia Fabrizio Saccomanni. Zanonato ha poi aggiunto che tra gli obiettivi della riforma dell’Imu c'è quello di abolire l'imposta sia sulla prima casa che su edifici e capannoni industriali.

Intanto le acque nella maggioranza che sostiene il governo Letta tornano ad agitarsi dopo la richiesta da parte del segretario Pd Guglielmo Epifani di fare un tagliando a settembre all’esecutivo per renderlo più forte ed autorevole. Tradotto, un rimpasto che faccia cadere la testa del ministro dell'Interno, e vice premier, Angelino Alfano, che sul caso Shalabayeva si è salvato dalla mozione di sfiducia grazie ai voti dello stesso Pd.

  • shares
  • +1
  • Mail