Settembre, tempo di caro scuola. Consigli per gli acquisti

alunna Come tutti gli anni in questo periodo, chi ha figli in età scolastica ha un pensiero fisso: quanto spenderò per libri e accessori vari? E i dibattiti, le polemiche e i calcoli sono già iniziati. Per esempio, se vostro figlio frequenta il liceo classico a Milano, preparatevi a spendere almeno 500 euro solo in libri. (secondo una stima del Corriere). Ai quali vanno aggiunti zaini, compassi, astucci, squadre, quaderni...etc.
Più o meno sulle stesse cifre le stime del Codacons, che ha svolto un’indagine presso la grande distribuzione e i negozi specializzati delle principali città italiane per testare i prezzi di zaini, astucci, diari, quaderni: il costo si aggira sui 350 euro; ai quali vanno aggiunti circa 300 euro per l’acquisto dei libri. Che fare dunque per risparmiare?
Innanzitutto le famiglie meno abbienti dovrebbero poter contare sugli aiuti del Ministero della Pubblica Istruzione, per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo, come riporta la Repubblica. Peccato che sul sito del Ministero non si faccia parola di tutto ciò.
Posto che se l’obiettivo è quello di risparmiare bisogna tassativamente evitare zaini, astucci e quaderni griffati, risparmiare si può, soprattutto sui libri. La cosa migliore è sempre quella di riciclare libri di amici, conoscenti, familiari: in questo caso la spesa dovrebbe essere nulla.
Altrimenti bisogna trovare qualche mercatino dell’usato in città; a tal proposito segnalo qualche link utile:

Mercatini del libro scolastico usato (Lombardia)

Il Libraccio (Nord Italia; ammessi anche gli acquisti on line)

Librerie e bancarelle dei libri usati a Roma

e, raccomandatissimo in rete, comprovendolibri

  • shares
  • +1
  • Mail