La Consulta dà ragione alla Fiom: Fiat potrebbe lasciare l’Italia

La Corte costituzionale ha stabilito l’illegittimità dell'articolo 19 comma 1 dello Statuto dei lavoratori. Il segretario della Fiom Landini sottolinea "l'importanza fondamentale della nostra Costituzione"

Fiat il giorno dopo che la Corte Costituzionale ha dato ragione alla Fiom minaccia: potremmo lasciare l’Italia. La Consulta ha accolto il ricorso della Federazione impiegati operai metallurgici considerando costituzionalmente illegittima l’estromissione dei suoi esponenti dalle Rsa perché non avevano firmato il contratto aziendale.

In pratica la Consulta ha stabilito l’illegittimità dell'articolo 19 comma 1 dello Statuto dei lavoratori che permettendo la rappresentanza ai soli sindacati firmatari del contratto applicato in azienda, contrasta con i:

"valori del pluralismo e libertà di azione della organizzazione sindacale".

L’art. 19 dello Statuto è quindi contrario con gli articoli 2, 3 e 39 della Costituzione. L’articolo 2 tutela i diritti inviolabili dell'uomo, come singolo e nelle formazioni sociali, l'articolo 3 l'uguaglianza dei cittadini e l'articolo 39 la libertà di organizzazione sindacale.

Il segretario generale della Fiom-Cgil Maurizio Landini sottolinea:

"l'importanza fondamentale della nostra Costituzione nel suo ruolo di garante della democrazia, della libertà e dell'eguaglianza dei cittadini nei luoghi di lavoro".

Intanto Fiat:

"si riserva di valutare se e in che misura il nuovo criterio di rappresentatività, nell'interpretazione che ne daranno i giudici di merito, potrà modificare l'attuale assetto delle proprie relazioni sindacali e, in prospettiva, le sue strategie industriali in Italia".

La sentenza, del 3 luglio, è stata depositata ieri. La questione di legittimità costituzionale era stata sollevata dai tribunali di Torino, Modena, Vercelli, dopo i ricorsi dei rappresentanti Fiom, esclusi dalle Rsa per non aver messo la loro firma in calce al contratto aziendale della Fiat.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail