Pmi zona Euro sopra le attese: crescita economica nel terzo trimestre

Il Pmi composito dell'Eurozona supera le attese: è a 50,4% a luglio.

L’economia europea vede la ripresa: a luglio 2013 l'indice Pmi composito dell'Eurozona, che calcola il livello di attività economica nel settore manifatturiero e in quello dei servizi, è cresciuto al di sopra delle attese: a 50,4 punti da 48,7 del mese di giugno. La soglia dei 50 punti separa la fase di espansione economica da quelle di contrazione.

Sulla base dell’indagine di Markit quindi il settore privato della zona Euro mostra un ritorno all'espansione a luglio, inaspettato. Si tratta del primo aumento della produzione da oltre un anno a questa parte.

Chris Williamson, capo economista di Markit, parla di:

Un quadro davvero incoraggiante, fondato su un miglioramento ad ampio raggio. A fare da traino è la Germania seguita dalla Francia, ma anche a livello di paesi periferici vediamo un ritorno alla crescita nel comparto manifattura.

Il dato odierno sul Pmi si tradurrebbe in una crescita del Pil dello 0,1% nel terzo trimestre del 2013. Nel dettaglio del risultato di luglio, l'indice flash Pmi sul settore manifatturiero sale a 50,1 da 48,8 di giugno. Il comparto servizi cresce invece, sempre a luglio, fino a 49,6, da 48,3 di giugno, ed è il miglior risultato da gennaio dell’anno scorso.

Le borse europee, che attendevano alla finestra il dato sul Pmi, ringraziano e ampliano i guadagni. Londra sale dello 0,58%, Milano cresce dello 0,5%, Parigi dello 0,66%, Francoforte dello 0,49% e Madrid dello 0,92%.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail