Meno pensioni di invalidità liquidate nel 2010

Meno pensioni di invalidità; liquidate nel 2010
Pensioni di invalidità sempre più al setaccio per combattere i falsi casi. "Sono 21.282 le false pensioni di invalidita' revocate solo nel 2009; 371.872 in meno le richieste pervenute nel 2010 rispetto al 2009". E' quanto si legge nella risposta che il ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha inviato al capogruppo della Lega Nord alla Camera, Marco Reguzzoni, a seguito di due interrogazioni presentate proprio sul tema falsi invalidi e false pensioni. "Contro le 539.077 prestazioni di invalidita' civile liquidate nel 2009, nel 2010 si e' passati a 462.038, cioe' 77.039 in meno", sottolinea la nota ministeriale.

"Il Lazio", si legge ancora nella risposta del ministero. "è passato dalle 60.195 pensioni d'invalidita' del 2009 alle 46.588 del 2010, la Campania dalle 60.144 alle 49.796 e la Puglia dalle 47.839 a 39.684". "Dai dati si evince come i maggiori controlli servano sia come deterrente contro le richieste avanzate da chi non ne ha diritto, sia per smascherare i falsi invalidi nelle varie regioni. Uno dei risultati piu' evidenti e' che, contro le 539.077 prestazioni di invalidita' civile liquidate nel 2009, nel 2010 si e' passati a 462.038, cioe' 77.039 in meno. Da cui ne deriva naturalmente un minor peso sulle casse dell'Inps".

"All'interno del piano di verifiche straordinarie - prosegue la nota ministeriale - a livello nazionale nel 2009 e' stato revocato l'11,69% delle prestazioni, ovvero c'e' stato il riscontro di 21.282 non conformita' su circa 200.000 controlli effettuati. Le regioni maggiormente colpite sono state la Campania con il 19,36% di non conformita' (6.706 revoche), la Calabria (13,76% con 2.225 revoche), la Basilicata (12,75% con 252 revoche) e la Sardegna (12,12% con 1.915 revoche)".

Via Ansa.

  • shares
  • +1
  • Mail