Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu di oggi 30 ottobre | Tassi in calo

Le aste dei titoli di Stato italiani del 2017: tassi e andamento delle emissioni precedenti. BTP 5 e 10 anni e CCTEu 2025 di ottobre

titoli di stato Btp 2015

Nelle aste di titoli di Stato BTP di oggi 30 ottobre 2017 il Tesoro ha collocato i 5 miliardi di euro di BTP con tassi in netto calo. Il Btp a 5 anni è stato venduto per 2,5 miliardi di euro con un rendimento giù 0,58% dallo 0,83%. Il BTP decennale, venduto pure per 2,5 miliardi, ha visto invece il rendimento calare all'1,86% dal 2,19%.

Buona comunque la domanda che per il BTP a 5 anni è stata di 1,53 volte l'importo offerto, in diminuzione da 1,65 precedente, mentre quella per i titoli decennali è scesa a 1,43 da 1,66 precedente.

Piazzati sempre oggi CCTeu con scadenza aprile 2025 per il massimo offerto, pari a 3,5 miliardi, con un rendimento pure in flessione allo 0,60% dallo 0,75% dell'analoga asta di settembre scorso.

Aste BTP e CCTeu 30 ottobre 2017 | Dettagli

Giorno 30 ottobre 2017 il Tesoro chiude la tornata di aste di titoli di Stato del mese con l'emissione di BTP a 5 e 10 anni e CCTeu aprile 2025 per un ammontare massimo dell'offerta nominale pari a 8,5 miliardi di euro.

Secondo quanto comunicato ieri dal Ministero dell'Economia e delle Finanze a mercati chiusi andranno in asta tra i 2 e i 2,5 miliardi di euro di BTP decennali, nona tranche con scadenza 1 agosto 2027 con cedola annuale dello 2,05%, e Btp quinquennali, in settima tranche, con scadenza 1 agosto 2022 e cedola allo 0,90%.

Sempre la mattina del 30 ottobre 2107 andranno in asta 3 massimo 3,5 miliardi di euro di CCTeu, nuova emissione, con scadenza 15 aprile 2025.

Aste CCTeu del 28 settembre 2017 | Tasso cala


Nell'asta CCTeu 2024 di oggi 28 settembre 2017 Il Tesoro in undicesima tranche ha collocato tutti i titoli di Stato previsti dall'offerta, pari a 1,5 miliardi di euro. Buona la domanda per un rapporto di copertura di 1,68, in salita da all’1,48 dell’asta CCTeu di agosto, mentre il rendimento lordo si fissa allo 0,75%, per un prezzo di aggiudicazione di 100,75. Il tasso è risultato in discesa rispetto all'emissione di agosto quando il titolo aveva avuto un rendimento dello 0,81%.

Aste BTP 30 agosto 2017 | Tassi in calo


Nelle aste BTP e CCTeu del 30 agosto 2017 il Tesoro ha assegnato l'ammontare complessivo previsto dell'offerta (pari a 7,25 mld di euro) con tassi sui BTP in leggero calo. Nel dettaglio il BTP quinquennale è stato piazzato per 3 miliardi di euro a un rendimento dello 0,84% dallo 0,88% dell'angola asta precedente mentre il BTP a 10 anni è stato assegnato per 2,5 miliardi di euro con un tasso al 2,09% dal 2,16% di luglio. Buona comunque la domanda, per un rapporto di copertura che per il cinque anni è stata pari a 1,57, da 1,34 precedente, e per il decennale pari a 1,60, da 1,71 precedente. Collocati anche titoli di Stato CCTeu ottobre 2024 per 1,75 miliardi, a un tasso dello 0,81%.

Aste BTP e CCTeu 30 agosto 2017 | L'offerta


Il 30 agosto 2017 Il Tesoro mette in asta titoli di Stato sulla scadenza medio-lunga BTP e CCTeu per un ammontare complessivo massimo pari a 7,25 miliardi di euro. In dettaglio saranno offerti CCTeu per 1,25 massimo 1,75 mld di euro con scadenza 15 ottobre 2024, in nona tranche, a un tasso d'interesse semestrale lordo dello 0,436%. Lo spread è pari a 1,1%, il codice ISIN dell’asta è IT0005252520.

In asta il 30 agosto anche due BTP: agosto 2022 per 2,5-massimo 3 miliardi di euro, in terza tranche, a un tasso di interesse annuo lordo dello 0,9% ( Codice Isin asta: IT0005277444) e agosto 2027 a un tasso d’interesse lordo annuo del 2,05% per un ammontare nominale dell’offerta di 2-2,5 miliardi di euro (codice Isin IT0005274805).

Aste BTP e CCTeu 30 giugno 2017 | Risultati


Nelle aste di titoli di Stato di oggi 30 giugno 2017 il Tesoro ha assegnato la prima tranche del BTP 1 agosto 2027 per 3,85 miliardi di euro, per una domanda di circa 4,92 miliardi a un tasso di rendimento al 2,162%, dal 2,15% del precedente collocamento decennale, quello di maggio. Il BTP 5 anni, nona tranche, invece è stato assegnato a un tasso lordo dello 0,85% per il massimo dell’offertaa pari a 2,5 mld.

Collocati anche CCTeu 15 ottobre 2024 per il massimo dell’ammontare previsto dall’offerta, pari e 1,5 miliardi di euro, per richieste di circa 2,44 miliardi, e un rendimento allo 0,83% in calo dallo 0,92% dell’analoga asta del mese scorso.

Aste BTP e CCTeu 30 giugno 2017


Il 30 giugno 2017 Il Tesoro terrà le aste di titoli di Stato BTP a 5 e 10 anni e CCTeu di fine mese. In dettaglio saranno offerti 2-2,5 miliardi del Btp con scadenza aprile 2022, in nona tranche a un tasso di interesse annuo lordo dell 1,2% (codice ISIN: IT00052447); poi Il BTP con scadenza 1 agosto 2027, per 3,5-4 miliardi di euro massimo, a un tasso di interesse annuo lordo del 2,05% (codice ISIN da attribuire). Infine saranno offerti sempre la mattina del 30 giugno 2017, 1,5-2 miliardi del CCTeu con scadenza 15 ottobre 2024, terza tranche, a un tasso d'interesse lordo annuo pari a 0,858%, spread 1,1% e codice ISIN: IT0005252520.

Aste BTP e CCTeu di oggi 30 maggio | Tassi in calo


Nelle aste di titoli di Stato sulla media e lunga scadenza di oggi 30 maggio 2017 il Tesoro ha venduto tre miliardi di BTP quinquennali in scadenza ad aprile 2022 ad un tasso dello 0,88%, in diminuzione di 15 centesimi rispetto all'analoga asta precedente. Collocato anche il BTP 10 anni giugno 2017 per 2,75 miliardi di euro a un tasso del 2,15% in calo di 14 centesimi rispetto all'asta di aprile. Infine il CCTeu ottobre 2024 è stato collocato per 1,75 miliardi di euro per un rendimento dello 0,92%, in flessione di un centesimo sull'asta CCTeu precedente.

Aste BTP e CCTeu del 30 maggio 2017


Il 30 maggio 2017 il Tesoro chiude l’offerta mensile di titoli Stato con due BTP e un CCTeu. Nel dettaglio il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha fatto sapere ieri a mercati chiusi che saranno emessi il BTP con scadenza 1 aprile 2022 in settima tranche per 2,5 massimo 3 miliardi di euro a un tasso di interesse annuo lordo dell’1,2% (Codice Isin: IT0005244782) e il BTP 1 giugno 2027 in nona tranche a un tasso d’interesse lordo lordo del 2,2% per 2,25-2,75 miliardi di euro (codice Isin: IT0005240830).

Infine in asta sempre la mattina del 30 maggio 2017 la terza tranche del CCTeu in scadenza il 15 ottobre 2024, per 1,25 massimo 1,75 miliardi di euro, a un tasso d'interesse annuo dello 0,858%, spread 1,1% e codice Isin IT0005252520.

Aste BTP e CCTEu 27 aprile | Tasso 10 anni su


Nelle aste di titoli di Stato BTP di oggi 27 aprile 2017 il Tesoro ha assegnato tutti i 5,25 miliardi di euro previsti dall'offerta del titolo a 5 anni, in scadenza ad aprile 2022, e del decennale con scadenza giugno 2027 con rendimenti in salita per il secondo. Il tasso medio del BTP a 5 anni è rimasto sui livelli della precedente e analoga emissione, all’1,04%, mentre il tasso del BTP a 10 anni è aumentato, seppur di poco, salendo al 2,29% dal 2,25% dell’asta di marzo scorso.

Sempre stamattina il Tesoro ha fatto il pieno anche nell’asta di CCTeu, in scadenza a ottobre 2024, di cui sono stati assegnati 3,5 miliardi a un tasso dello 0,93%. Buona la domanda che sommando BTP e CCTeu è andata oltre i 12 miliardi di euro.

Aste BTP e CCTEu del 27 aprile 2017


Il 27 aprile 2017 si terranno due aste BTP, a 5 e 10 anni, per un’offerta massima complessiva pari a 5,25 miliardi di euro come comunicato ieri dal Tesoro a mercati chiusi. I titoli di stato sulla scadenza medio-lunga offerti sono il BTP con scadenza 1 aprile 2022, in quinta tranche, a un tasso d'interesse annuo lordo dell’1,2% (codice Isin: IT0005244782) per 2 massimo 2,5 miliardi di euro e la settima tranche del BTP con scadenza 1 giugno 2027, offerto a un tasso di interesse annuo lordo del 2,2% (Isin: IT0005240830) per 2,25 miliardi massimo 2,75 miliardi di euro. Sempre il "7 si terrà anche l'asta di CCTeu 2024.

Aste BTP e CCTeu 30 marzo 2017 | Tassi giù


Nelle aste di titoli di stato di oggi 30 marzo 2017 il Tesoro ha assegnato tutti i 9 miliardi di euro di bond previsti dall'offerta, tra BTP a 5 e 10 anni e CCTeu a 24 mesi, con rendimenti in calo. Per il CTZ il tasso si è attestato allo 0,70% rispetto allo 0,79% dell'asta precedente. Per il primo dei BTP a 5 anni, in terza tranche, con scadenza 2022, il rendimento è sceso all'1,04% dall'1,11% precedente; per l'altro titolo quinquennale, in 11esima tranche, in scadenza nel 2020, il rendimento è calato dallo 0,70% precedente allo 0,40%.

Per il BTP a 10 anni il tasso è sceso leggermente, al 2,25% rispetto al 2,27% dell'asta precedente. Per il BTP a 50 anni il rendimento è stato del 3,44% per 750 milioni di titoli di Stato offerti e assegnati. Resta buona la domanda, su tutte le scadenze.

Aste BTP e CCTeu del 30 marzo 2017


BTP e CCTeu in asta il 30 marzo 2017 per un’offerta di titoli di Stato che va da un minimo di 6,75 miliardi a un massimo di 9 mld di euro. Il regolamento dei titoli in asta cade quattro giorni dopo. Saranno offerti BTP a 10 anni per massimo 2,75 mld, con scadenza 1/6/27, in quinta tranche, con prima cedola corta a un tasso lordo dello 0,725275 (tasso annuo lordo del 2,2%). Poi BTP 5 anni con scadenza 1/4/22 in terza tranche per 1,75-2,25 miliardi a un tasso annuo lordo dell'1,2%.

E ancora in asta il Btp a 50 anni, in seconda tranche, con scadenza 1/3/67, per 0,5- 0,75 miliardi a un tasso annuo lordo del 2,8% e infine la riapertura, in undicesima tranche, del BTP a 5 anni 1/11/20 con vita residua di tre anni per un importo compreso tra 500mila e 1 miliardo di euro a un tasso lordo annuo del 2,2%. Questi ultimi due titoli di Stato dall’emissione del 30 marzo 2017 sono ammessi all'attività di stripping. In asta sempre il 30 marzo 2017 anche i CCTeu in scadenza 15/2/24, in undicesima tranche, per 2-2,5 miliardi di euro con 47 giorni di dietimi.

Aste BTP e CCTeu del 27 febbraio 2017


Nelle aste di titoli di Stato di oggi 27 febbraio 2017 il Tesoro ha piazzato tutti i 7 miliardi di euro di BTP quinquennali e decennali previsti dall'offerta per una tasso d'interesse del 5 anni tornato finalmente sopra l'1%, all'1,11% da 0,92% precedente: è la prima volta da giugno 2015.

I tassi dei titoli a 10 anni giugno 2027 e giugno 2026 sono stati invece rispettivamente del 2,28%, in calo da 2,37% precedente e del 2,05%, in salita da 1,77%. Sempre stamattina sono stati collocati anche 3 miliardi di euro di CCTeu febbraio 2024 e dicembre 2022, il primo a un tasso dello 0,79% e il secondo dello 0,53%.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu 27 febbraio


Il 27 febbraio 2017 si terranno le aste di tre titoli di Stato BTP e due CCTEu secondo quanto comunicato dal Tesoro. Ecco le caratteristiche delle emissioni: 3,5-4 mld di BTP a 5 anni in scadenza l’1 aprile 2022, in prima tranche, a un tasso d'interesse annuo lordo dello 0,25% e Isin da attribuire; 500 mln-1 mld di BTP a 10 anni 1 giugno 2026, in undicesima tranche, a un tasso di interesse annuale lordo dell’1,6% (Codice Isin: IT0005170839), e ancora 1,5 massimo 2 mld di euro di BTP decennali, 1 giugno 2027, in terza tranche, a un tasso annuo lordo annuo del 2,2% (Isin IT0005240830).

Per quanto riguarda i CCTEU, in asta sempre la mattina del 27 febbraio 2017, per 2,5-massimo 3 mld di euro, abbiamo quelli in scadenza il 15 dicembre 2022, in 15esima tranche, offerti a un tasso d'interesse annuo lordo dello 0,482% (spread 0,7%) e codice Isin: IT0005137614 e i CCTeu 15 febbraio 2024, in nona tranche, offerti un tasso d'interesse annuo lordo annuo dello 0,51%, spread 0,75% e Isin IT0005218968.

Aste BTP 30 gennaio 2017 | Tassi in salita


Nelle aste BTP di oggi 30 gennaio 2017 il Tesoro ha piazzato il titolo di Stato a 5 anni, per 2,75 miliardi di euro, il massimo dell'offerta, a un tasso annuo lordo dello 0,92%, in aumento di 38 punti base rispetto all'analoga asta precedente. In salita anche il tasso del decennale, venduto per 4 miliardi, anche qui il massimo previsto dall'emissione, con un rendimento al 2,37%, in crescita di 60 punti base sull'asta a 10 anni precedente. Venduti sempre in mattinata anche 2,25 anche miliardi di CCTeu febbraio 2024 con un rendimento lordo in crescita allo 0,73%.

Sullo sfondo l'allargamento, sul mercato secondario, dello spread tra BTP e Bund tedeschi decennali che ha superato i 185 punti base, per un rendimento del benchmark italiano sopra il 2,3%, sui massimi da giugno 2015.

Aste BTP del 30 gennaio 2017 | Caratteristiche


Il 30 gennaio 2017 si terranno le aste di titoli di Stato BTP a 5 e 10 anni secondo quanto comunicato dal Tesoro. In dettaglio saranno offerti: da 2,25 a 2,75 mld di euro della nona tranche del Btp 2021, con decorrenza 3 ottobre 2016 e scadenza 1 novembre 2021 a un tasso di interesse annuo lordo dello 0,35% (Codice ISIN: IT0005216491) e la prima tranche del BTP 2027, con decorrenza 1 febbraio 2017 e scadenza a giugno 2027, a un tasso annuo lordo del 2,2%. Il codice ISIN dell’aste del titolo di Stato a 10 anni è da attribuire per un’offerta che va da un importo minimo di 3,5 a un massimo di 4 miliardi di euro.

Aste BTP e CCTeu del 28 ottobre 2016


Nelle aste di titoli di Stato di oggi 28 ottobre il Tesoro ha piazzato tutti i 5,25 miliardi di euro di BTP a 5 e 10 anni con tassi in aumento allo 0,57% dallo 0,28% per il Btp 5 anni, all'1,60% dall'1,21% per il BTP decennale. Buona la domanda che per il titolo a cinque anni è stata pari a 1,38 volte l'importo offerto, da 1,30 precedente, mentre per il titolo a dieci anni è stata di 1,34 volte, da 1,43 precedente. Sempre stamane sono stati assegnati CCTeu per un importo pari a 3,25 miliardi di euro a un tasso in rialzo allo 0,59%, dallo 0,33% precedente.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu 28 ottobre 2016


Il 28 ottobre 2016 il ministero dell'Economia e delle finanze terrà le aste di titoli di stato BTP a 5 a 10 anni e del CCTeu con scadenza 15 febbraio 2014 per un ammontare totale dell'offerta compreso tra 7 e 8,5 miliardi. La data di regolamento cade giorno 1 novembre 2016.

Più in dettaglio saranno offerti tra 2,250 e 2,750 miliardi della terza tranche del BTP 5 anni 1 novembre 2021, 2-2,5 miliardi della settima tranche del BTP 1 dicembre 2026 e 2,750 e 3,250 mld di euro della della prima tranche del CCTeu 15 febbraio 2024.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu 29 settembre | Tassi su


Il Tesoro ha collocato oggi 29 settembre 2016 8,5 miliardi di titoli di Stato BTP a 5 e 10 anni e CCTeu a 7 anni, con tassi in aumento. In dettaglio sono stati collocati 4 miliardi di Btp a 5 anni, con un tasso a +0,28%, in rialzo di 10 punti e domanda pari a 1,30 volte l'offerta; 2,5 miliardi di Btp a 10 anni con un tasso dell'1,21%, in rialzo di 7 punti rispetto all'ultima analoga asta e domanda superoriore di 1,43 volte l'offerta e infine anche 2 miliardi di CCTeu a 7 anni con un tasso dello 0,33% (+1 punto rispetto all'asta precedente).

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu 29 settembre


Il 29 settembre 2016 il Tesoro mette in asta due BTP: il primo a 5 anni con scadenza novembre 2021 in prima tranche viene offerto per 3,5-4 miliardi di euro a un tasso di interesse annuo lordo dello 0,35%. Il codice Isin è da attribuire.

Il secondo BTP offerto scade l'uno dicembre 2026, si tratta dunque del titolo decennale che viene offerto in quinta tranche per 2-2,5 miliardi a un tasso di interesse annuo lordo dell'1,25% (Isin IT0005210650).

Sempre il 29 settembre si terrà poi l'asta di CCTeu 15 luglio 2023, in undicesima tranche, per 1,5 massimo 2 mld di euro a un tasso d'interesse semestrale lordo dello 0,26% (spread a 0,7%) e codice Isin IT0005185456.

Titoli di Stato | Aste 30 giugno 2016 | BTP 5 anni ai minimi


Nelle aste di titoli di Stato a medio-lungo termine di oggi 30 giugno il Tesoro ha assegnato tutto l'ammontare previsto dall'offerta per i BTP, pari a 5 miliardi di euro, per un tasso del quinquennale ancora in calo e al nuovo minimo storico.

In dettaglio il BTP a 5 anni è stato piazzato con un rendimento medio sceso allo 0,33% dallo 0,40% della precedente asta, mentre il tasso del titolo decennale è calato all'1,35% dall'1,42 precedente.

Tiene la domanda per il titolo a 5 anni, pari a 1,44 volte l'importo offerto, contro 1,46 precedente, mentre il decennale richieste in rialzo a 1,50 da 1,36 precedente. Infine sempre oggi il Tesoro ha venduto Ccteu con scadenza luglio 2023 per 1,75 miliardi di euro, il massimo dell'offerta, a un tasso d'interesse dello 0,57%.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu del 30 giugno


Il 30 giugno 2016 il Tesoro terrà due aste di BTP a 5 e 10 anni e una di CCTeu 2023. In dettaglio saranno emessi 2 massimo 2,5 miliardi di BTP giugno 2021, in settima tranche, con decorrenza 1 aprile 2016 e scadenza 1 giugno 2021 a un tasso di interesse annuo lordo pari allo 0,45% (Isin: IT0005175598); poi 2-2,5 miliardi della nona tranche del BTP giugno 2026 con decorrenza 1 giugno 2016 e scadenza 1 giugno 2026, a un tasso annuo lordo dell’1,6% (Isin: IT0005170839).

Infine saranno collocati anche CCTeu luglio 2023, in quinta tranche, con decorrenza 15 gennaio 2016 e scadenza 15 luglio 2023 a un tasso d'interesse semestrale lordo dello 0,327% (spread 0,7%; codice ISIN, IT0005185456) per 1,25 massimo 1,75 miliardi di euro.

La data di regolamento delle aste dei titoli di Stato a medio-lungo termine del 30 giugno è fissata al 4 luglio. 33 i giorni di dietimi offerti per i BTP e 171 giorni per il CCTeu. Le provvigioni sono di 0,25% per il Btp a 5 anni e per il CCTeu e di 0,35% per il BTP decennale.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu 30 maggio | Tassi in calo


Il Tesoro nelle aste di medio-lungo termine di questa mattina ha collocato 5,5 miliardi di euro di BTP a 5 e 10 anni con tassi in calo allo 0,40% per il primo titolo di Stato, dallo 0,49% dell'analoga asta precedente, e all'1,42% per il decennale, dall'1,51% precedente. Venduti anche Ccteu con scadenza luglio 2023 per 2 miliardi di euro con un rendimento in discesa allo 0,53%.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu 30 maggio 2016


Il 30 maggio 2016 il Tesoro terrò le aste di Titoli di Stato sulla scadenza medio lunga, con le emissioni di CCTeu e BTP a 5 e 10 anni. In dettaglio sarà collocata la terza tranche del CCTeu luglio 2023 (codice Isin: IT0005185456) per 1,5 miliardi massimo di 2 miliardi di euro, con decorrenza 15 gennaio 2016 e scadenza 15 luglio 2023 a un tasso d'interesse semestrale lordo dello 0,327%, e spread allo 0,7%.

Sempre la mattina del 30 maggio sarà effettuata l’asta del BTP 1 giugno 2021, per 2 massimo di 2,5 miliardi di euro, in quinta tranche, con decorrenza 1 aprile 2016 e scadenza 1 giugno 2021 a un tasso di interesse annuo lordo dello 0,45% (codice Isin: IT0005175598).

Il collocamento del BTP giugno 2026, per 2,5 massimo 3 mld di euro, in settima tranche, ha invece decorrenza 1 marzo 2016 e scadenza 1 giugno 2026. Il tasso di interesse annuo lordo è dell’1,6% (codice Isin: IT0005170839).

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu 28 aprile | Tassi su


Nelle aste BTP a 5 e 10 anni e CCTeu 2023 di oggi 28 aprile 2016 il Tesoro ha piazzato 2,25 miliardi di euro del titolo quinquennale a un tasso dello 0,49%, in salita rispetto allo 0,34% dell'analoga asta di fine marzo. Collocati anche 2,5 mld di titoli di Stato decennali con un rendimento dell'1,51%, in rialzo dall'1,24% della precedente asta e 3 miliardi di CCTeu a un tasso dello 0,59%.

Aste BTP e CCTeu del 28 aprile 2016


Mercoledì 28 aprile 2016 il Tesoro terrà le aste di titoli di Stato CCTeu e BTP per un importo tra 6,25 fino a 7,75 miliardi. L'offerta prevede CCTeu con scadenza 15.07.23 in prima tranche fra 2,5 e 3 miliardi a un tasso d'interesse semestrale lordo dello 0,327% e spread 0,7%. Saranno poi in asta la terza tranche dei BTP a 5 anni con scadenza 01.06.21 per 1,75-2,25 miliardi e la quinta tranche del BTP 10 anni 01.06.26 per 2-2,5 miliardi.

Per il titolo quinquennale la prima cedola corta ha un tasso lordo pari a 0,075% (61 giorni). Anche il titolo a 10 anni ha la prima cedola corta con tasso lordo pari a 0,402186% (92 giorni). I Btp a 5 anni a partire da questa emissione saranno ammessi all'attività di stripping. Il regolamento per tutte e tre le sottoscrizioni è datato al 2 maggio.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu 30 marzo 2016 | Tassi giù


Nelle aste di titoli di Stato di oggi 30 marzo 2016 i tassi d'interesse dei BTP a 5 e 10 anni hanno toccato i nuovi minimi storici. Sulla scadenza decennale sono stati venduti 3 miliardi di euro al rendimento medio dell'1,24% in calo dall'1,5% dell'analoga asta precedente per un rapporto di copertura di 1,36; di BTP a 5 anni invece sono stati venduti 3,5 miliardi di euro a un tasso dello 0,34%, dallo 0,44% precedente, per un rapporto di copertura di 1,40. In tutto sono stati collocati tutti i 6,5 mld di euro previsti dall'offerta di BTP. Piazzati anche CCTeu con scadenza 2022 per 1,5 miliardi di euro, anche qui il massimo dell'offerta, a un rendimento dello 0,44% dallo 0,58% precedente per una domanda che ha superato l'offerta di 1,57 volte.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu 30 del marzo 2016


Il 30 marzo 2016 il Tesoro offre in asta BTP a 5 e 10 anni e CCTeu 2022 per un importo totale compreso tra 6,5 e 8 miliardi di euro. In particolare sarà offerta la prima tranche del nuovo BTP 5 anni con scadenza 1 giugno 2021 per 3-3,5 miliardi, la terza tranche del BTP decennale 1 giugno 2026 per 2,5-3 miliardi, codice Isin IT0005170839, e la tredicesima tranche del CCTeu 15 dicembre 2022 per 1-1,5 miliardi di euro.

La cedola (tasso d'interesse annuo lordo) per il titolo di Stato quinquennale è dello 0,45%, in calo sull'attuale benchmark (0,65%); per il titolo a 10 anni invece la cedola è pari a 1,6%. Il regolamento delle aste è fissato all'uno aprile. Saranno riconosciuti 31 giorni di dietimi per il decennale, 108 per il CCTeu e nessuno per il BTP a 5 anni. Le provvigioni sono di 25 centesimi sul CCTeu e sul titolo quinquennale e di 35 centesimi sul titolo di Stato a 10 anni.

Titoli di Stato | Risultati aste BTP e CCTeu 26 febbraio 2016


Tassi in leggero rialzo nell'asta di titoli di Stato italiani, BTP e CCTeu, di oggi 26 febbraio. Il Tesoro ha venduto 2,25 miliardi di BTP a 5 anni a un rendimento che sale dallo 0,42% allo 0,44% per una domanda pari a 3,4 miliardi di euro.

Collocati poi 4 miliardi di BTP a 10 anni a un tasso dell'1,50% dall'1,44% precedente, per una richiesta pari a 5,3 miliardi, e 2 miliardi di CCTeu a 7 anni, a un rendimento dello 0,58% dallo 0,47% della precedente analoga asta a fronte di richieste pari a 3,21 miliardi di euro.

Un trader, le cui parole sono riportate da Investire Oggi, spiega che anche se i tassi sono saliti un po', tuttavia al netto di commissioni bancarie e imposte, i titoli di Stato italiani rimangono per un risparmiatore non convenienti. Soltanto banche e istituzionali hanno ancora interesse a investire in questi prodotti.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu 26 febbraio 2016


Il 26 febbraio 2016 il Tesoro terrà le aste di titoli di Stato di medio e lungo termine. Nel dettaglio saranno collocati CCTeu 2022, e BTP a 5 e 10 anni per un importo compreso tra 6,75 e 8,25 miliardi di euro.

La prima tranche del nuovo benchmark a 10 anni, 01/6/2026, sarà offerta per 3,5 massimo 4 mld di euro a un tasso di interesse annuo lordo dell'1,6%, con la prima cedola "corta", con tasso lordo pari a 0,402186%, corrispondente a un periodo pari a giorni 92 su un semestre di 183. Il codice Isin è da attribuire.

Il BTP a 5 anni, 01-11-2020, è offerto in nona tranche per un importo tra 1,75 e 2,25 miliardi con un tasso annuo lordo dello 0,65%. Il Codice Isin è IT0005142143. Infine in asta anche CCTeu 15-12-2022, in undicesima tranche, per 1,5-2 miliardi a un tasso d'interesse semestrale lordo dello 0,337% e spread a 0,7% (Isin IT0005137614).

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTEu del 28 gennaio 2016


Nelle aste BTP e CCTEu di oggi 28 gennaio 2016 il Tesoro ha collocato tutti i sette miliardi di titoli di Stato a medio e lungo termine previsti dall'offerta. Nel dettaglio il BTP 10 anni, con scadenza dicembre 2025, è stato venduto per un ammontare pari a 3 miliardi di euro a un tasso d'interesse dell'1,44%, in calo di 15 centesimi rispetto alla precedente analoga emissione.

Venduti poi 2,25 miliardi del BTP novembre 2022 a un tasso dello 0,42%, pure qui -15 centesimi, e 1,75 miliardi del CCTEu dicembre 2022 a un tasso in salita allo 0,47%, dallo 0,42% precedente. Buona la domanda pari 3,53 miliardi per i BTP quinquennali a 4,19 mld per quelli a 10 anni e a 2,98 miliardi i CCTEu. Sul secondario italiano dopo le aste lo spread tra Btp e Bund tedeschi decennali resta stabile sui 105 punti base.

Titoli di Stato | Risultati aste BTPei 25 settembre


Il Tesoro ha piazzato nelle aste BTPei di oggi 25 settembre 1 miliardo di euro, il massimo dell'offerta prevista, con il collocamento di due titoli di Stato indicizzati all'inflazione dell'eurozona con scadenza 15 settembre 2021 e 15 settembre 2024.

Nel dettaglio sono stati venduti i 546 milioni di Btpei al 2021, a un tasso lordo 0,32% e 454 milioni di Btpei, al 2024, rendimento lordo 0,84%. Il regolamento è previsto per il 29 settembre.

Sul mercato secondario lo spread tra Btp e Bund decennali cala dopo l'asta a 113 punti dai 114 della chiusura di ieri. Il tasso del Btp si attesta all'1,75%.

Titoli di Stato | Aste BTPei del 25 settembre 2015


Venerdì 25 settembre 2015 il Tesoro mette in asta titoli di stato sulla media e lunga scadenza. In dettaglio si tratta di due BTPei, indicizzati all’inflazione europea, offerti per una cifra oscillante tra 500 milioni e 1 miliardo di euro massimo.

L’emissione riguarda il Btp indicizzato settembre 2021, in 32esima tranche, con scadenza appunto al 15 settembre 2021 che offre un tasso d'interesse reale del 2,1% annuo, pagabile ogni sei mesi. Il codice ISIN è IT0004604671.

L’altro BTP indicizzato in asta, settembre 2024, in sedicesima tranche, ha scadenza al 15 settembre 2024, per un tasso di interesse del 2,35% annuo, anche qui pagabile semestralmente, e codice ISIN: IT0005004426.

Titoli di Stato | Aste BTPei 28 luglio 2015, tasso sale


Il Tesoro ha assegnato oggi 704 milioni di euro di BTPei, i titoli di stato indicizzati all’inflazione europea, con un tasso d'interesse in leggero rialzo rispetto all'asta precedente per un rendimento che sale all’1,11%. Il rapporto di copertura è stato pari a 1,79 volte, cioè a dire la domanda ha superato di quasi 1,8 volte l'offerta.

Domani ci sarà l'asta di BOT semestrali e giovedì sarà la volta di quella di BTP a 5 e 10 anni e di CCTeu con scadenza giugno 2022.

Titoli di Stato | Aste BTPei 28 luglio 2015


24 luglio

Il 28 luglio si terrà la prima asta di titoli di Stato italiani di fine mese dopo che il Tesoro ha comunicato la cancellazione dell'asta di CTZ in calendario per martedì prossimo (oltre alla cancellazione di quelle di Btp del 13 agosto e Btpei del 26 agosto) vista l'ampia disponibilità di cassa e quindi le “ridotte esigenze di finanziamento".

Il 28 luglio ci sarà solo il collocamento dei titoli indicizzati all’inflazione europea, BTPei settembre 2026 per un’offerta massima di 750 milioni di euro. L’asta di BOT semestrali del 29 luglio 2015 invece si terrà regolarmente, così come da calendario, i dettagli dell’offerta saranno comunicati oggi dal Mef, a mercati chiusi.

Secondo gli analisti di Banca IntesaSanpaolo l'emissione di BOT a sei mesi non andrà oltre i 6,75 miliardi, come riporta Milano Finanza.

Titoli di Stato | Aste BTPei 25 giugno | Tassi in rialzo


Nelle aste di BTPei di oggi il Tesoro ha piazzato titoli di Stato, a 10 anni, im quattordicesima tranche, e trentennali, in sedicesima tranche, per un miliardo di euro. Buona la domanda e tassi d'interesse in rialzo con l'uscita dell'area euro dalla deflazione.

Il Tesoro ha collocato 778,4 milioni di euro in BTPei decennali, con scadenza 2024, a un tasso di rendimento lordo annuo dello 0,95%, oltre 75 punti base in più rispetto alla precedente asta (0,22%).

Venduti poi 221,6 milioni di euro di BTPei a 30 anni, con scadenza 2041, a un tasso lordo annuo dell'1,79%, dall'1,16% dell'analoga asta precedente.

Titoli di Stato | Aste BTPei del 25 giugno 2015


23 giugno. Giovedì 25 giugno il Tesoro mette in asta BTP-i (indicizzati all'inflazione europea) per un valore complessivo compreso tra 1 e 2 miliardi di euro.

Il Ministero dell'economia e delle finanze (Mef) spiega in un comunicato che saranno in asta BTP-i a 10 anni, in quattordicesima tranche, con scadenza il 15/09/2024, per 500 milioni massimo un miliardo, e BTP-i a 30 anni, in sedicesima tranche, con scadenza 15/09/2041, sempre per un valore compreso tra 500 milioni e un miliardo di euro.

Il regolamento dei due titoli di Stato sulla scadenza lunga è fissato al 29 giugno.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu 28 maggio


Nelle aste di titoli di Stato a medio-lungo termine di oggi 28 maggio 2015 il Tesoro ha piazzato in tutto 6,935 miliardi di BTP a 5 e 10 anni e di CCteu a 7 anni con tassi in rialzo.

In dettaglio sono stati collocati 2,435 miliardi del nuovo Btp quinquennale, contro una domanda superiore pari a 3,599 miliardi, per un tasso di rendimento pari a 0,85% in aumento dallo 0,63% dell'analoga asta precedente.

Venduti poi 2,5 miliardi di BTP a 10 anni (contro 3,609 miliardi di richiesta) a un tasso d'interesse dell'1,83%, anche qui in rialzo rispetto all'1,40% dell'asta sul titolo obbligazionario decennale del mese scorso.

Assegnati anche 2 miliardi di CCTeu a 7 anni con un tasso d’interesse allo 0,78%, dallo 0,76% dell’asta di aprile. Anche qui la domanda degli investitori era stata superiore, pari a 3,101 miliardi.

I tassi sono dunque in salita: i titoli di Stato dell'area euro, specie quelli con i più elevati livelli di debito pubblico (come l'Italia) subiscono le tensioni legate alla crisi di liquidità greca.

In ogni caso sul secondario italiano dopo le aste odierne lo spread tra Btp e Bund a 10 anni si riduce a 131 punti base, dai 134,7 dell'apertura, per un rendimento del titolo a 10 anni italiano in calo all'1,84%.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu del 29 aprile


Il Tesoro nelle aste di titoli di Stato di oggi 29 aprile ha piazzato bond per complessivi 8,25 miliardi di euro, il massimo dell'offerta, in BTP e CCTeu a medio-lungo termine, con tassi che sono però in leggero aumento come conseguenza del ritorno di qualche tensione sui paesi periferici dell'eurozona per il rischio default della Grecia.

Nel dettaglio il Tesoro ha venduto BTP a 5 anni per 4 miliardi per un tasso dello 0,63%, in crescita rispetto allo 0,55% dell'analoga asta del mese marzo, con una domanda che è stata pari a 1,36 volte l'offerta. Collocati anche anche BTP a 10 anni per 2 miliardi con un rendimento dell'1,40%, in aumento dall'1,34% dell'asta di marzo. Anche qui bene la domanda pari a 1,59 volte l'offerta.

Infine sono stati venduti CCTeu a 7 anni per 2,25 miliardi di euro, il massimo dell'offerta, con un tasso dello 0,76% e un rapporto di copertura di 1,57.

"La risposta degli operatori è stata positiva, le aste vengono sfruttate come occasione per comprare. Da sottolineare come la domanda sia stata particolarmente buona per il nuovo becnhmark a cinque anni, anche questo segnale particolarmente positivo. I rendimenti sono un po' risaliti dai minimi di marzo, ma rispecchiano sostanzialmente l'andamento del secondario, che ha subito una marginale correzione alla luce delle tensioni legate alla Grecia. Ma si tratta di movimenti limitati, che suggeriscono come anche se le cose ad Atene dovessero peggiorare l'impatto sui Btp sarebbe tutto sommato contenuto grazie all'azione della Bce. Per quanto riguarda le tensioni tra governo e minoranza Pd sulla legge elettorale, il mercato sconta che non ci saranno problemi ad avere la fiducia"

ha commentato a Reuters Vincenzo Longo, analista di Ig.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu del 30 marzo


Nelle aste di titoli di Stato di oggi 30 marzo 2015 il Tesoro ha collocato BTP a 5 e 10 anni, con tassi di interesse che hanno toccato i nuovi minimi storici, per il massimo dell'offerta prevista pari a 7,5 miliardi di euro.

Il titolo decennale è stato collocato a un tasso dell'1,34%, dall'1,36% della precedente e analoga asta del 26 febbraio scorso, per un importo complessivo di 2,5 miliardi di euro, 1,45 il rapporto di copertura.

Il tasso del BTP quinquennale è invece calato fino all 0,55%, dallo 0,56% dell'asta del mese scorso. Anche qui buona la domanda pari a 1,60 volte l'offerta.

Infine sempre oggi è stato collocato il nuovo CCTEu a sette anni, giugno 2022, per 3 miliardi di euro, a un tasso in salita allo 0,71% rispetto allo 0,62% dell'asta precedente, per una domanda pari a 1,27 volte l'offerta.

"Le aste sono andate bene con una buona domanda su tutte e tre le linee nonostante i rendimenti molto bassi. C'è interesse per i titoli italiani"

ha commentato un esperto a Milano Finanza.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu 26 febbraio: tassi ai minimi storici


Nelle aste BTP CCTEu di oggi 26 febbraio 2015 il Tesoro ha venduto titoli di Stato sulla scadenza medio-lunga per complessivi 8,75 miliardi di euro, il massimo previsto dall'offerta, registrando tassi di interesse mai così in calo, ai minimi storici, per la felicità delle casse pubbliche.

Il nuovo BTP a 10 anni, con cedola all'1,50%, è stato venduto per 4,5 miliardi con un tasso annuo lordo dell'1,36% dall'1,62% della precedente analoga asta, per un rendimento che cala al minimo storico. Buona la domanda pari a 1,53 volte l'offerta in asta.

Il BTP a 5 anni, con cedola all'1,05%, è stato piazzato per 2,5 mld di euro con un tasso annuo lordo dello 0,56%, nuovo minimo storico, rispetto allo 0,89% dell'asta sul titolo quinquennale precedente. La domanda ha superato di 1,59 volte l'offerta.

Infine sono stati collocati 1,75 miliardi di CCTeu,con scadenza 2020, a un rendimento annuo lordo dello 0,62% in calo dallo 0,87% della precedente asta. Anche qui si tratta del nuovo minimo storico dall'entrata in vigore dell'euro per rapporto di copertura pari a 1,59.

Dopo i buoni risultati delle aste di oggi sul secondario italiano lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 10 anni scende a quota 104 punti base, sui minimi da metà maggio del 2010, per un tasso del decennale del Tesoro giù all'1,34%.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu 26 febbraio 2015 per 8,75 mld


25 febbraio. Domani 26 febbraio 2015 il dipartimento del Tesoro del Ministero dell'Economia chiude con le emissioni di fine mese con tre aste di titoli di Stato, CCTeu e BTP sulla scadenza medio-lunga, per un'offerta totale fino a 8,75 miliardi di euro.

Nel dettaglio verranno collocati CCTeu con scadenza 15 dicembre 2020, per 1,25-1,75 miliardi di euro, e codice Isin IT0005056541. Poi BTP 5 anni con scadenza il primo dicembre 2019, con una cedola annuale dell'1,05%, per 2 massimo 2,5 miliardi di euro. Il codice Isin è IT0005069395.

Infine il BTP a 10 anni, in scadenza l'1 gugno 2025, che paga una cedola annuale dell'1,50%. L'importo offerto va dai 3,5 ai 4,5 miliardi di euro, L'Isin è da attribuire.

Smorzatesi le tensioni sulla proroga del piano di salvataggio greco, sul mercato secondario i periferici dell'eurozona aprono oggi stabili, sui livelli della chiusura di ieri. Lo spread Btp-Bund a 10 anni apre a 109 punti base per un rendimento del decennale del Tesoro all'1,45%.

Titoli di Stato | risultati aste BTP e CCTeu 29 gennaio 2015


Buoni risultati anche per le aste sulla media lunga scadenza, BTP e CCTeu, a chiudere il mese con il tris di aste di titoli di Stato collocati dal Tesoro. Oggi 29 gennaio sono stati piazzati bond pubblici per complessivi 8,25 miliardi di euro il massimo dell'offerta prevista

Nel dettaglio sono stati venduti BTP decennali, 3,5 miliardi, con tasso scsso rispetto all'analoga asta di dicembre dall'1,89% all'1,62%, il nuovo minimo storico. Buona la domanda pari a 1,38 volte l'offerta da 1,28 dello scorso mese.

I BTP a cinque anni sono stati venduti per 3 miliardi, con tasso medio in calo allo 0,89% da 0,98% precedente, anche qui per il nuovo minimo storico, con un rapporto di copertura a 1,40 da 1,37 precedente.

Venduti poi anche CCTeu con scadenza dicembre 2020 per 1,75 miliardi di euro, con tasso in flessione dallo 0,96% allo 0,87% e un domansa in discesa pari a 1,43 volte l'offerta da 1,67 precedente.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu del 29 gennaio 2015


28/01/2015. Domani 29 gennaio 2015 il Tesoro chiude con il trittico di aste di fine mese, con la prova più importante, quella sulla scadenza medio-lunga, con l'asta dei BTP a 5 e 10 anni, per un massimo di 6,5 miliardi di euro e CCTeu con scadenza 2020, offerti fino a 1,750 miliardi.

In dettaglio il titolo quinquennale, scadenza dicembre 2019, viene offerto a un tasso di interesse annuo lordo dell'1,05%, per 2,5 massimo 3 miliardi di euro (codice ISIN: IT0005069395). Altri 3-3,5 miliardi di titoli in emissione sono previsti per il BTP decennale, con scadenza dicembre 2024, a un tasso di interesse annuo lordo del 2,5% (ISIN: IT0005045270).

Infine il CCTeu in scadenza il 15 dicembre 2020 viene collocato a tasso annualizzato dello 0,979%, da un minimo di 1,25 miliardi a un massimo di 1,75 miliardi di euro, il codice ISIN è IT0005056541.

Titoli di Stato | Aste Btp di oggi 30 dicembre | Tasso decennale ai minimi


Il Tesoro ha venduto nelle aste di oggi 30 dicembre 2014 titoli di Stato per 7,34 miliardi al di sotto dell'offerta massima prevista che era di 7,5 miliardi. Nel dettaglio sono stati piazzati meno di 3 miliardi di euro di Btp a 10 anni con tassi che per la prima volta calano sotto la soglia del 2%, con il nuovo minimo storico per il decennale all'1,89%, dal 2,08% dell'analoga asta di novembre.

Venduti poi Btp a 5 anni con tassi in salita allo 0,98% dal precedente minimo storico dello 0,94%. Infine sono stati piazzati CcTEu 2020 a un tasso dello 0,96%.

Sul secondario italiano dopo le aste di medio-lungo termine di oggi il tasso del del decennale italiano scende all'1,91%, vicino al minimo storico dell'1,89% del 24 dicembre, lo spread tra Btp e Bund tedeschi a 10 anni si attesta a 136 punti base.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTEU del 30 dicembre 2014


29 dicembre 2014. BTP e CCTEU in emissione a fine anno. Il Tesoro domani 30 dicembre 2014 mette in asta BTP a 5 e 10 anni e CCTEU 2020 chiudendo il mese con la prova dei collocamenti dei titoli di Stato sulla scadenza medio-lunga. Vediamo le caratteristiche dell'offerta.

Il BTP quinquennale con scadenza 1° dicembre 2019 e con decorrenza 1° dicembre 2014, in terza tranche, viene emesso per un ammontare che va da 2 miliardi a un massimo di 3 miliardi di euro e offre un tasso di interesse annuo lordo dell'1,05%. Il Codice ISIN è IT0005069395.

Il BTP decennale con scadenza dicembre 2024 e decorrenza 1° settembre 2014, è emesso in nona tranche, per 2,5-3 miliardi di euro, a un tasso di interesse annuo lordo del 2,5%. Il codice ISIN è IT0005045270.

Sempre domani 30 dicembre si terrà anche l’asta di un CCTEU con scadenza dicembre 2020 per un ammontare dell'offerta che va da 1 a un massimo di 1,5 miliardi di euro. Il tasso d'interesse semestrale lordo è pari allo 0,495%, quello annuo a 0,979%. Il codice ISIN è IT0005056541.

Titoli di Stato | Aste BTP 5 e 10 anni del 27 novembre, tassi ai minimi


Nelle aste Btp e Ccteu di oggi 27 novembre 2014 Il Tesoro ha assegnando 7 miliardi di euro di bond, il massimo dell'offerta che era compresa tra 5,5 e 7 miliardi.

Sui Btp a 5 e 10 anni si registrano nuovi minimi storici per i tassi di interesse. In particolare sono stati collocati 3,5 miliardi del nuovo Btp quinquennale dicembre 2019, con un rendimento sceso a 0,94% dall'1,23% di ottobre. Si tratta appunto del nuovo minimo dall'introduzione dell'euro, per un rapporto di copertura sostanzialmente stabile a 1,46 da 1,45 precedente.

Collocati poi altri due miliardi del Btp decennale, dicembre 2024, a un tasso del 2,08%, anche qui nuovo minimo record, dal 2,44% di ottobre. La domanda ha superato di 1,58 volte l'offerta da 1,48 dell'asta precedente.

Infine sono stati venduti altri 1,5 miliardi di Ccteu dicembre 2020, a un tasso di 1,10% in calo dall'1,25% di fine ottobre, per un rapporto di copertura a 1,59 da 1,43 precedente.

Titoli di Stato | Aste BTP E CCTEU 27 novembre 2014, caratteristiche dell'offerta


25 novembre 2014. Il 27 novembre 2014 il Tesoro torna con le aste di Btp, i titoli di Stato di medio lungo-termine offrendo Buoni poliennali a 5 e 10 anni per un massimo di 3,5 miliardi di euro.

Nel dettaglio il Ministero dell’economia e delle finanze allocherà il Btp 1 dicembre 2019, prima tranche, in scadenza l'1 dicembre 2019, a un tasso d'interesse annuo lordo dell’1,05%. Il codice ISIN è ancora da attribuire.

Sulla scadenza decennale invece sarà in asta il Btp 1 dicembre 2024, per 1,5-2 miliardi di euro, in settima tranche, con scadenza l’uno dicembre 2024, a un tasso di interesse annuo lordo del 2,5%. Il codice ISIN è: IT0005045270.

Titoli di Stato | Aste BTP del 13 ottobre, minimo storico per il trentennale


Buono l'esito delle aste sulla media e lunga scadenza di oggi 13 ottobre con il Tesoro ha collocato di titoli di Stato per complessivi 6,75 miliardi di euro, il massimo dell'offerta prevista. Nel dettaglio sono stati piazzati 3,5 miliardi di euro del nuovo Btp a 3 anni a un rendimento medio salito allo 0,70% da 0,52% dell'analoga asta precedente, poi Btp a 7 anni per 2 mld a un tasso invariato rispetto all'asta precedente, per una domanda che ha superato di 1,53 volte l'offerta, e Btp trentennali (scadenza 2044) per 1,75 miliardi di euro a un tasso del 3,66% per una domanda che ha superato di 1,45 volte l'offerta. Il rendimento del titolo a 30 anni è sceso fino al nuovo minimo storico.
"Il titolo andato meglio è probabilmente il 30 anni. In generale l'Italia continua a soffrire un po', come tutta la periferia (dell'eurozona, Ndr): c'è l'attesa per il Btp Italia e per l'offerta spagnola. D'altra parte il mercato ha interpretato molto male, come un allontanamento dal QE, l'ultimo discorso di Draghi, ma secondo noi in maniera eccessiva. Dal nostro punto di vista Draghi ha invece fatto aperture concrete alla possibilità di un QE su titoli sovrani"

è il commento fatto a Reuters da Marco Brancolini di banca Rbs.

Titoli di Stato | Aste BTP del 13 ottobre 2014, l'offerta del Tesoro


10 ottobre 2014. Il dipartimento del Tesoro del Ministero dell'economia e delle finanze (Mef) nelle prossime aste del mese di ottobre di BTP (Buoni del Tesoro Poliennali) collocherà anche un nuovo titolo triennale con cedola corta, oltre a BTP a 7 e 30 anni.

L'appuntamento per le aste dei titoli di stato sulla scadenza medio-lunga è per lunedì prossimo 13 ottobre 2014. Per la nuova tranche del Btp a 3 anni, con cedola 0,75%, l'importo massimo offerto dal Tesoro non andrà oltre i 3,5 miliardi.

Il bond pagherà la prima cedola, detta appunto corta, il 15 gennaio 2015 pari allo 0,1875%, per 92 giorni di interessi; le scadenze delle successive cedole semestrali sono fissate al 15 luglio e 15 gennaio di ogni anno.

Sempre lunedì 13 ottobre verranno collocati BTP settennali per massimo 2 miliardi, con cedola al 2,15%, e massimo 1,25 mld di euro di BTP a 30 anni, con cedola 4,75%.

Titoli di Stato | Aste BTP 11 settembre 2014, tassi ai minimi


Il Tesoro può brindare all'esito delle aste odierne di Btp a 3,7 e 15 anni collocati per 6,957 miliardi a fronte di un'offerta che ne prevedeva massimo 7 con i tassi di rendimento scesi ai nuovi minimi storici. In dettaglio il Btp a 3 anni maggio 2017 è stato venduto per 2,457 miliardi. sui 2-2,5 offerti, con tasso calato a 0,52% da 0,84% dell'ultima asta sulla stessa scadenza. La domanda è passata a 1,66 da 1,49 precedente.

Il Btp 7 anni dicembre 2021 invece è stato assegnato per 2,5 miliardi sui 2-2,5 offerti, per un tasso sceso all'1,71% dal 2,17% dell'ultima analoga asta e un rapporto di copertura salito a 1,46 da 1,35. E siamo al Btp 15 anni marzo 2030 piazzato per 2 miliardi, su 1-2 miliardi offerti, a un tasso del 3,03% dal 3,44% precedente. Il bid-to-cover anche qui è cresciuto a 1,64 da 1,42.

Titoli di Stato | Aste BTp 11 settembre 2014, offerta fino a 7 mld


8 settembre 2014. Il Tesoro fa sapere oggi che giovedì 11 settembre 2014 mette in asta titoli di Stato sulla media e lunga scadenza ovvero BTp a 3, 7 e 15 anni per un importo massimo totale pari a 7 miliardi. In dettaglio saranno offerti Buoni del Tesoro Poliennali triennali (settima tranche) per una forchetta compresa tra i 2 e i 2,5 miliardi, stesso importo per titolo a 7 anni (quinta tranche), mentre saranno collocati 1-2 miliardi massimo della quarta tranche del BTp a 15 anni. La data di regolamento è fissata al prossimo 15 settembre.

Inoltre gli analisti vedono come prossimo il debutto via sindacato di un nuovo titolo trentennale italiano, dopo le recentissime emissioni sulle scadenze lunghe ed extra lunghe di Spagna (50 anni) e Portogallo (15 anni).

Il lancio del nuovo 30 anni rientra nelle intenzioni del Tesoro, il momento di mercato è favorevole, è quindi ragionevole aspettarselo in tempi breve. Un'offerta eventualmente più esigua in questa tornata di aste sull'extra lungo potrebbe essere un segnale che il lancio si avvicina

dice un trader a Reuters.

Titoli di Stato | Aste BTP di oggi 28 agosto, nuovo minimo storico per i tassi


Aggiornamento 12:53. Il Tesoro nell'asta di oggi ha venduto anche CcTeu per 1,5 miliardi, il massimo dell'offerta, a un tasso dell'1,16% in leggera salita dall'1,12% dell'asta di luglio. La domanda ha superato di 1,42 volte l'offerta, in calo da 1,54 volte dell’asta di luglio. Sul mercato secondario lo spread fra Bund e Btp decennali tedeschi dopo le aste viaggia in area 146 punti base, per un rendimento del Btp al 2,37%.

Chiusura con il botto per il collocamento di Btp a 5 e 10 anni, con il Tesoro che può festeggiare il nuovo minimo storico per i rendimenti. Sul titolo di Stato decennale infatti il tasso si è attestato al 2,39%, dal 2,60% dell'asta precedente, per il titolo obbligazionario quinquennale invece il rendimento cala all'1,0% dall'1,20% dell'analoga asta del mese scorso.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTEU del 28 agosto 2014


27 agosto 2014. Il Tesoro mette in asta giovedì 28 agosto titoli di Stato a medio-lungo termine. In collocamento l'11esima tranche dei CcTeu, Certificati di Credito del Tesoro indicizzati al tasso Euribor, con decorrenza 15 novembre 2013 e scadenza 15 novembre 2019, per una somma compresa tra 1 e 1,5 miliardi di euro. Il codice Isin è IT0005009839.

Per lo stesso giorno sono previste le aste di BTp a 5 anni, quinta tranche (luglio 2014- 1 agosto 2019), codice Isin IT0005030504, per un importo compreso tra 2 e 2,5 miliardi di euro, e di BTp a 10 anni, prima tranche, con decorrenza 1 settembre 2014 e scadenza 1 dicembre 2024, per una forchetta compresa tra i 3,5 e i 4 miliardi di euro; il codice Isin è da attribuire. Le prenotazioni degli investitori in banca o presso Poste italiane devono avvenire entro oggi, la data di regolamento per i titoli assegnati è lunedì 1 settembre 2014.

Titoli di Stato | Aste BTP di oggi 30 luglio 2014, tassi ai minimi


Si conclude con il botto la settimana di aste dei titoli di Stato di fine luglio con il Tesoro che vede scendere ai nuovi minimi storici i tassi dei Btp a 5 e 10 anni.

Nel dettaglio il ministero ha collocato tutti i 7 miliardi di Btp quinquennali e decennali e di Ccteu a 5 anni previsti dell'offerta, che andava da un minimo di 5,5 mld appunto a 7.

Nel dettaglio sono stati assegnati 3 miliardi di euro del Btp quinquennale con un rendimento medio sceso all'1,20% dall'1,35% dell'asta precedente e un rapporto di copertura, cioè la domanda, pari a 1,45 volte l'importo offerto, da 1,31 precedente.

Collocati poi tutti i 2,5 miliardi di Btp a 10 anni, con richieste pari a 1,45 volte la domanda, da 1,41 precedente, per un tasso medio calato al 2,60% dal 2,81% dell'asta di giugno. Infine venduti anche 1,5 miliardi di Ccteu 2019 a un rendimento all'1,12%.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTEU del 30 luglio


28 luglio 2014. Nell’asta di mercoledì 30 luglio 2014 il Tesoro collocherà la sua offerta di fine mese sulla scadenza medio-lunga, con CcTeu e BTp per una forchetta compresa tra 5,5 e 7 miliardi di euro secondo la nota diffusa dal Ministero dell’Economia e delle finanze.

Nel dettaglio, saranno collocati: CcTeu 2019 per 1-1,5 miliardi (codice ISIN: IT0005009839) a un tasso d'interesse semestrale lordo pari al tasso Euribor a sei mesi maggiorato dell’1,2%; cedola in corso pari allo 0,833% (tasso lordo annuo 1,629%), e ancora Btp a 5 anni (codice ISIN: IT0005030504) a un tasso annuo loro dell'1,5% per 2,5-3 miliardi e Btp a 10 anni (codice ISIN: IT0005001547) per un massimo di 2-2,5 miliardi a un tasso d'interesse annuo lordo del 3,75%.

Titoli di Stato | Aste BTP 27 giugno, tassi ai minimi su scadenze a 5 e 10 anni


Aggiornamento 27 giugno ore 12:15. Il Tesoro ha venduto in tutto stamattina 7,949 miliardi di BTp quinquennali e decennali, che hanno fatto segnare il nuovo minimo storico per i propri tassi, e Ccteu a 5 anni. Praticamente quasi tutto l'ammontare complessivo offerto che era pari a 8 miliardi di euro. In dettaglio, sono stati collocati 4 miliardi di euro del nuovo Btp a 5 anni con un tasso medio di assegnazione in discesa all'1,35% dall'1,62 dell'asta del mese scorso e un rapporto di copertura in leggero calo, a 1,31 dall'1,38 precedente. Piazzati anche tutti i 2,5 miliardi di Btp a 10 anni, con una domanda pari a 1,41 volte il quantitativo offerto e il rendimento medio giù al 2,81% dal 3,01% dell'analoga asta di maggio.

Infine sono stati collocati 1,449 miliardi di CcTeu 2019 con un rendimento all'1,24% in flessione di ben 10 punti base sull'asta di maggio e per un bid to cover (rapporto di copertura) in salita a 1,56 da 1,50 precedente.

Titoli di Stato | Aste BTP e CcTEu di oggi 27 giugno 2014


Oggi 27 giugno 2014 il Tesoro mette in asta CcTEu e BTp per una forchetta compresa tra i 6 e gli 8 miliardi di euro. Verranno offerti ai sottoscrittori CctEu con scadenza 2019 per 1-1,5 miliardi, BTp a 5 anni per 3-4 miliardi e BTp a 10 anni per 2-2,5 miliardi.

Ieri l’asta di Bot semestrali ha visto il titolo di Stato sulla brevissima scadenza scendere al suo nuovo minimo storico, per un tasso pari allo 0,309%, confermando il buon momento per i titoli del nostro debito, oggi alla prova più importante sulla scadenza medio-lunga.

Sul mercato secondario intanto stamattina lo spread tra Btp e Bund tedeschi decennale si attesta a 161 punti base, un punto in più rispetto a ieri, per un tasso del Btp a 10 anni che rimane sotto il 3%, al 2,86%.

Titoli di Stato | Aste BTP di oggi 13 maggio: tasso a 3 anni sopra l'1%


Il Tesoro ha piazzato nelle aste BTp di oggi 7,25 miliardi di titoli di Stato, il massimo dell'offerta. Nel dettaglio, sulla scadenza media, sono stati collocati 4 mld del nuovo BTp a 3 anni maggio 2017 a un tasso dell'1,07% (dopo il minimo record dello 0,93% dell'ultima analoga asta) e 2,25 miliardi del BTp settennale a un tasso del 2,29%, dal 2,14 dell'asta precedente.

Sulla scadenza lunga sono poi stati venduti 8 milioni del Btp febbraio 2037, con un rendimento al 3,68% dal 4,01% dello scorso marzo, e 392 milioni del titolo a 30 anni agosto 2034. Il rapporto di copertura è stato di 1,53 per i BTp a tre e sette anni, di 2 per il BTp 2037 e 2,73 per il 2034.

Lo spread fra Btp e Bund tedeschi a dieci anni dopo le aste gira sui 149 punti, in leggero calo dai 151 della chiusura di ieri.

Titoli di Stato | Aste BTP del 13 maggio 2014 | L'offerta del Tesoro


12 maggio 2014. Domani 13 maggio 2014 il Tesoro torna sul mercato con i titoli di medio-lungo periodo offrendo Buoni poliennali per una forchetta compresa tra 5,75 e 7,25 miliardi di euro.

Nel dettaglio saranno offerti tra i 3,5 e i 4 miliardi del nuovo Btp a 3 anni, per un tasso di interesse annuo lordo pari all'1,15%, e tra 1,75 e 2,25 miliardi di Btp a 7 anni, a un tasso annuo lordo del 3,75%. Il calendario di domani prevede anche il collocamento per un ammontare compreso tra 0,5 e un miliardo di Btp a 30 anni (13esima tranche del Btp 01/08/2034), con una cedola del 5%, e di Btp 01/02/2037 (24esima tranche) con una cedola del 4%.

Per prenotare i Btp in asta c'è tempo fino a oggi, presso banche e Poste. Le provvigioni da riconoscere agli operatori sono pari allo 0,15% per il 3 anni, 0,30% per il 7 anni, 0,40% per il titolo trentennale 2037 e 0,35% per il trentennale con scadenza 2034.

Titoli di Stato | Aste BTP di oggi 29 aprile 2014 | Tassi ai minimi


14:13. Buona la domanda anche per l'asta di CCTeu con scadenza novembre 2019. Il Tesoro ha piazzato stamane titoli per 2,28 miliardi di euro, rispetto una forchetta offerta che andava da 1,75 miliardi a 2,5 miliardi di euro. La richiesta di titoli è stata di 3,25 miliardi, per un rapporto di copertura, cioè il rapporto tra titoli richiesti e titoli offerti, a 1,42. Il rendimento lordo è in salita all'1,32%, dall’1,3% dell'analoga emissione del mese scorso. Secondo Assiom Forex il rendimento netto del CCTeu è dell’1,165%.

11:52. Il Tesoro ha collocato con successo nell'asta odierna tutti i 6,5 miliardi di Btp a 5 e 10 anni previsti dall'offerta, con i tassi scesi a nuovi minimi record: all'1,84% per il titolo di stato quinquennale e al 3,22% per il decennale.

Il banco di prova di oggi conferma che la fiducia degli investitori sui titoli del nostro debito è confermata anche sulla scadenza di medio-lungo periodo.

Sul mercato secondario lo spread tra Btp e Bund tedesco a 10 anni in avvio di giornata operativa era in leggera salita, a 164 punti, per un rendimento del decennale del Tesoro al 3,15%. Subito dopo le aste il differenziale viaggia sui 164,75 punti base.

Titoli di Stato | Aste BTP e CCTeu 29 aprile 2014, l'offerta del Tesoro


28 aprile 2014. Domani 29 aprile il dipartimento del Tesoro del MEF mette in asta sul mercato primario tra i 2,75 e i 3,5 miliardi di BTP con scadenza 1 maggio 2019 (5 anni, con tasso annuo lordo di interesse al 2,5%) e 1 settembre 2024  (10 anni per un tasso annuo lordo al 3,75%) oltre a 1,75-2,5 miliardi di euro in CCTeu 15 novembre 2013-15 novembre 2019.

?Dopo il buon esito dell’asta BOT semestrali di oggi, con la domanda che si è confermata elevata e un rendimento praticamente invariato, si attende dunque si capire se la fiducia degli investitori sarà ribadita anche nelle più importanti aste sulla media e lunga scadenza.

Per i Buoni poliennali del Tesoro il codice Isin è IT0004992308 per il titolo quinquennale e IT0005001547 per il decennale. Isin IT0005009839 per il Certificato di credito del Tesoro indicizzato al tasso d'interesse interbancario Euribor a 6 mesi più uno spread che varia dallo 0,6% del breve periodo all'1% delle emissioni più lunghe (7 anni).

Titoli di Stato | Asta CTz del 26 novembre: tasso all'1,163, ai minimi da maggio


titoli di stato italiani 2014

26 novembre 2013. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha collocato nell’asta di oggi CTz biennali per 3 miliardi, il massimo della forchetta offerta che era compresa tra i 2,5 e i 3 miliardi di euro.

Il tasso è sceso rispetto all'asta precedente del 28 ottobre, dall'1,392% all'1,163%. Si tratta del livello più basso raggiunto dal rendimento del titolo del nostro debito pubblico da maggio scorso, quando il Tesoro aveva piazzato tutti i 2,5 miliardi di CTz previsti dall'offerta. Il rapporto di copertura è comunque calato nell’asta odierna da 1,78 a 1,68.

I Certificati del Tesoro zero coupon sono titoli senza cedola con durata all’emissione di 2 anni. L'asta di BTP€i che si doveva tenere sempre stamattina non è stata invece effettuata: il Mef ha deciso la scorsa settimana di cancellarla motivando la decisione con l’ampia disponibilità di cassa e le ridotte esigenze di finanziamento.

Il mercato è stabile da qualche settimana, lo spread tra Btp decennali e Bund tedeschi equivalenti ieri ha chiuso a 236 punti base, con tasso sul decennale italiano al 4,08%.

Titoli di Stato | Asta BTp del 30 ottobre: tassi in calo


30 ottobre 2013 - Il Tesoro chiude le aste del mese di ottobre con il botto, piazzando BTp a 5 e 10 anni per il massimo dell’offerta prevista, cioè 6 miliardi di euro. Sul titolo quinquennale la cedola è scesa sotto il 3%, al 2,89%, per la prima volta da maggio 2013, con 3 miliardi di titoli venduti e un rapporto di copertura in crescita all'1,65 (domanda paria 1,65 volte l’offerta). Per il titolo decennale il tasso si è attestato al 4,11% in calo dal 4,50% dell’ultima asta di fine settembre, con 3 miliardi di titoli assegnati anche qui e bid to over ratio salito da 1,38 a 1,53.

Per gli analisti di Ig Markets l'Italia "chiude così nel modo migliore la tre giorni di aste" iniziata lunedì con il buon collocamento dei CTz.

Sul mercato secondario però, con il riaccendersi nelle ultime ore delle tensioni politiche, il rendimento del decennale italiano è intanto salito al 4,16% e lo spread tra il BTp e il Bund si è allargato fino a 245 punti base.

continua a pagina 2

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO