Credito alle imprese agricole quasi dimezzato nel Sud Italia

Secondo Coldiretti segnali incoraggianti si possono invece cogliere per il credito erogato alle aziende agricole nel Centro e nel Nord Italia.

Il credito erogato alle aziende agricole del Sud si è quasi dimezzato in questi primi tre mesi del 2013 (-0,45%), calo che nelle isole è stato del 30%.

L’allarme arriva da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Ismea. Lo studio conferma che dalla stretta creditizia per le imprese operata dalla banche non si salva praticamente nessun settore, agricolo compreso.

Secondo Coldiretti tuttavia ci sono alcuni segnali incoraggianti per il credito erogato alle aziende agricole nelle centro Italia (+15%) del Nord est (+6%) e del Nord ovest (+3%). 


A livello nazionale il credito all'agricoltura si è comunque contratto del 4% nel primo trimestre dell'anno, soprattutto a causa della dinamica negativa fatta registrare dal Mezzogiorno.

Più in generale - osserva Coldiretti - le imprese agricole sono ormai sempre più restie a rivolgersi alle banche per un prestito viste le richiesta di garanzie sempre più gravose, l'innalzamento dei tassi di interesse e l'allungamento dei tempi di istruttoria da parte degli istituti di credito.

Per la finalità dei finanziamenti richiesti, dai dati risultano in flessione i prestiti per la gestione corrente e per la ristrutturazione, aumentano invece quelli destinati agli investimenti la cui quota supera l'80%. Secondo Coldiretti ciò dimostra che esiste un nucleo di aziende "virtuose" che progettano il futuro con ottimismo, nonostante le banche abbiano tagliato i rubinetti del credito nell’ultimo lustro e la situazione economica del Paese non sia certo rosea.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail