Nielsen, agli italiani piacciono i servizi bancari on line

Nielsen, agli italiani piacciono i servizi bancari on line
Aumenta il tempo trascorso dagli italiani sui siti internet delle banche. E, a loro volta, le banche guardano con sempre maggiore attenzione ai social network, tanto che il social banking sembra essere entrato a far parte delle attività di comunicazione delle principali banche italiane. Sono le tendenze emerse dal report Nielsen eFinance.

L'analisi evidenzia che, a giugno di quest'anno, gli italiani hanno trascorso sui siti bancari quasi 500 milioni di minuti, il 47% in più rispetto allo stesso periodo del 2010. Una tendenza alimentata dall'aumento stesso dell'utenza internet e dalla maggiore attenzione con cui i consumatori valutano le caratteristiche di un'offerta sempre più diversificata e complessa, ma anche dallo sviluppo di una strutturata attività svolta dai principali player bancari sui social network.

Il tempo dedicato a informarsi online su prodotti e servizi finanziari è in aumento, dunque: gli italiani attivi in internet che fruiscono dell'online banking sono oggi il 37% del totale, il 6% in più rispetto al 2010. UniCredit si conferma leader per audience con 2,5 milioni di utenti unici. Seguono Intesa Sanpaolo e Banco Posta. La prima banca diretta è ING Direct, con oltre 1 milione di visitatori nel periodo.

Allo stesso tempo, le banche stanno comprendendo appieno le potenzialità offerte dai social network. Meno del 45% degli utenti complessivi dei social network fruisce infatti dei siti bancari e questo spiega l'attenzione degli istituti nei confronti di Facebook e degli altri siti. Si segnalano, afferma Nielsen nella sua ricerca, le esperienze di Intesa Sanpaolo, che ha fatto di Facebook un touch point del servizio clienti, e di WeBank, che ha coinvolto i propri clienti nella progettazione e nel test di alcuni servizi, come l'applicazione per iPad.

Via Ansa.

  • shares
  • +1
  • Mail