Prestiti fermi a settembre, calano i mutui

Prestiti fermi a settembre, calano i mutui
Prestiti fermi sui valori di agosto anche per il mese di settembre, ma diminuiscono leggermente i tassi per l'acquisto delle abitazioni.

Della stessa intensità è stata la crescita dei finanziamenti per l'acquisto di immobili risultata ad agosto pari al 5,1%, che si confronta con il 5,2% di luglio e il 9,3% di agosto 2010. E' quanto si evince dal Rapporto Abi diffuso in occasione del comitato esecutivo.

I prestiti sono risultati pari a 1.520 miliardi di euro, in crescita tendenziale del 5,1% (+5,3% ad agosto). Di circa il 3,2% sono aumentati i prestiti a residenti in Italia al settore privato (+4,3% ad agosto).

Nello stesso periodo si e' registrato una sostanziale stabilità della dinamica dei finanziamenti al totale imprese, che rimane sostenuta: 5,1%, ai livelli di inizio 2009, mentre i prestititi alle famiglie sono cresciuti del 5,7% e del 5,1% per l'acquisto di immobili.

Il tasso medio ponderato sul totale dei prestiti è risultato pari al 4,10%, 4,07% il mese precedente e 49 basis points al di sopra del valore di settembre 2010. In diminuzione, e sempre su livelli particolarmente contenuti, i tassi praticati sulle nuove operazioni alle imprese ed alle famiglie: a settembre 2011 il tasso sui prestiti si e' posizionato al 3,27% (3,42% ad agosto 2011), mentre il tasso sui prestiti in euro alle famiglie per l'acquisto di abitazioni è risultato pari al 3,35% (3,43% il mese precedente).

Via Asca.

  • shares
  • +1
  • Mail