Ipsos: solo 35% famiglie riesce a risparmiare

Ipsos: solo 35% famiglie riesce a risparmiare
Se gli italiani sono da sempre un popolo di risparmiatori, e considerano il risparmio un obiettivo cui bisogna tendere, e vogliono risparmiare anche in vista del futuro, la realtà dice però che il risparmio è diventato sempre più difficile.

Nel 2011 le famiglie che sono riuscite davvero a risparmiare sono solo poco più di un terzo degli italiani, pari al 35%: erano il 36% lo scorso anno, erano il 48% nel 2001. Quest'anno sono aumentate le famiglie che si trovano in "saldo negativo di risparmio", ovvero hanno bisogno di più risorse di quelle che guadagnano e dunque per tirare avanti hanno dovuto intaccare i risparmi passati (22%) o sono dovute ricorrere a prestiti (7%): sono il 29%, ma la percentuale si è più che raddoppiata rispetto al 2001, quando si trovava in questa situazione il 13% degli italiani. Il risparmio ha dunque rappresentato un ammortizzatore sociale.

Sono i dati che emergono dal sondaggio realizzato da Ipsos sul tema "Gli italiani e il risparmio", presentati a Roma in occasione della 87ª Giornata Mondiale del Risparmio che si svolgerà domani, organizzata dall'Acri.

Gli italiani vogliono risparmiare anche perché hanno la percezione che il peggio non sia ancora passato e che la crisi economica sia ancora lunga; allo stesso tempo, risparmiare è diventato sempre più difficile. Come rileva l'indagine, gli italiani continuano ad avere una forte propensione al risparmio: il 44% non riesce a vivere tranquillo senza mettere da parte qualcosa, mentre un altro 44% risparmia se ciò non comporta troppe rinunce.

Se si guarda alle aspettative future, solo il 13% degli italiani spera di riuscire a risparmiare di più nel prossimo anno. Si tratta del dato più basso mai registrato dall'indagine Acri-Ipsos. Il 45% ritiene che la propria situazione in termini di risparmio rimarrà la stessa, mentre sono ben il 42% coloro che temono di non riuscire a risparmiare come in passato.

Via Asca.

  • shares
  • +1
  • Mail