Crif, richieste di prestiti giù del 10% in settembre

Crif, richieste di prestiti giù del 10% in settembreContinua a calare la domanda di prestiti da parte delle famiglie italiane: gli ultimi dati Crif rilevano una diminuzione del 10% nel mese di settembre, rispetto allo stesso periodo 2010.

Considerando le richieste complessive di prestiti nei primi nove mesi 2011, la variazione rispetto al 2010 è pari al -3%, rispetto al 2009 è pari al -7% e rispetto al 2008 registra un -16%. Segno che le famiglie, in un contesto di generale instabilità economica, preferiscono evitare di indebitarsi se non è strettamente necessario e hanno poca fiducia in un futuro miglioramento delle proprie condizioni.

Il crollo della domanda ha riguardato soprattutto i prestiti finalizzati, che in settembre hanno perso il 6% e nel complesso il 14% rispetto al 2010; i prestiti personali hanno subito un calo del 3%, arrivando al -5% complessivo, ponderato sui giorni lavorativi, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Le richieste di prestito registrate dal Crif mostrano un atteggiamento prudente da parte dei consumatori: la maggior parte dei prestiti finalizzati (66%) si concentra su importi ridotti, al di sotto dei 5 mila euro.

In settembre l'importo medio per questa tipologia di finanziamenti si è attestato a 5.351 euro, leggermente in calo rispetto ai 5.655 euro del settembre 2010. I prestiti personali più richiesti sono invece quelli con importo tra 5.000 e 10.000 euro e tra 10.000 e i 20.000 euro, ma anche in questo settore si evidenzia un lieve aumento delle richieste di finanziamento sotto i 5.000 euro.

Via Crif.

  • shares
  • +1
  • Mail