Gettito Iva italiano in forte calo nel primo semestre 2013

I dati del report del Ministero dell’economia e delle finanze sulle entrate tributarie internazionali. Italia fanalino di coda in Europa per il gettito dell'imposta sul valore aggiunto.

Il gettito dell’imposta sul valore aggiunto in Italia è in costante andamento negativo da settembre 2012 e nel confronto con gli altri paesi europei si trova in ultima posizione. Il gettito Iva fa registrare infatti un -5,7% nel periodo gennaio-giugno 2013, pari a 2,8 miliardi di euro.

I dati sono stati diffusi ieri dal Ministero dell’economia e delle finanze nel suo report sulle entrate tributarie internazionali relativo al primo semestre 2013.

Ad esempio la Spagna che pure registra un andamento negativo delle entrate tributarie (-2,9%) nel primo semestre dell’anno (causa i maggiori rimborsi erogati) fa segnare un incremento del 5,7% per le entrate relative all’Iva.

Nello stesso periodo di tempo preso in esame Irlanda e Portogallo mostrano invece una flessione del gettito Iva, rispettivamente dello 0,2% e dello 0,8%, mentre il Regno Unito mostra una variazione positiva (+2%) e la Germania un andamento sostanzialmente stabile (+0,8%).

Più in generale per quel che riguarda le entrate tributarie nei primi sei mesi del 2013 il Portogallo fa registrare un vero è proprio exploit, con il Fisco che ha raccolto il 9% in più rispetto allo stesso periodo del 2012. Il gettito Iva è comunque in calo dello 0,8%.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail