Redditometro: anche il conto corrente sarà sotto scacco

Redditometro: anche il conto corrente sarà sotto scacco
Il nuovo redditometro sembra finalmente arrivare al punto d’avvio definitivo: attraverso lo strumento creato per aumentare il controllo sui redditi e ridurre l'evasione sarà possibile sapere non solo quanto guadagna il contribuente, ma anche quanto spende e quanto risparmia.

Spese più risparmio dovranno risultare nel reddito effettivo. I dettagli del nuovo redditometro che chiuderà il cerchio stringendo la morsa del fisco, saranno svelati dall'Agenzia delle Entrate, ma è già certo che esso terrà in conto i dati dell’Unico.

Intanto, l'amministrazione starebbe ipotizzando di chiedere alcune informazioni ulteriori, necessarie soprattutto a quantificare, non tanto le altre spese, quanto i beni patrimoniali non conosciuti o comunque censiti in altri database che saranno accessibili al fisco.

Tanto per cominciare si accederà ai conti correnti in maniera molto più semplice: la norma sulle liste selettive che consentirà al fisco di accedere ai dati sui conti per individuare i soggetti da controllare è arrivata infatti alla pubblicazione.

Si noti che si tratta di un cambiamento procedurale di rilievo: sino ad ora le intestazioni di conti e rapporti finanziari potevano "emergere" solo dopo una specifica indagine nei confronti del contribuente e comunque necessitavano dell'autorizzazione del direttore regionale delle Entrate o del comandante regionale della Guardia di Finanza.

Tuttavia, il vero cambiamento verrà generato nel sistema dalla cosiddetta “compliance”, ossia dalla possibilità da parte dei contribuenti di adeguarsi al sistema volontariamente.

Una scelta che sarà facilitata certamente dal fatto che gli intermediari autorizzati verranno sempre più messi sotto controllo.
Si pensi che è allo studio un software in grado di indagare autonomamente tra le dichiarazioni fiscali effettuate chiedendo eventualmente chiarimenti qualora riuscisse ad individuare delle incongruenze tra quanto dichiarato e quanto speso.

Via FiscoOggi.

  • shares
  • +1
  • Mail