IMU prima casa, Brunetta: “Delrio è incompetente, l’abolizione sarà per tutti”

"Delrio poteva anche stare zitto, non parlare, perché sarà smentito nei prossimi giorni. Ha detto cose che non stanno in cielo né in terra".

Il capogruppo del Pdl alla Camera Renato Brunetta va su tutte le furie dopo le parole di ieri del ministro degli Affari regionali Graziano Delrio sulla riforma dell’Imu. A Radio Anch’io stamattina l’ex ministro della Pubblica amministrazione tuona:


"L'Imu sulla prima casa va cancellata per tutti e al 100%, nel 2013 e per il futuro. Delrio poteva anche stare zitto, non parlare, perchè sarà smentito nei prossimi giorni. Ha detto cose che non stanno in cielo né in terra. Delrio non è competente della materia, non conosce la trattativa in corso e quindi sarebbe meglio se lasciasse l'argomento ai ministri competenti"

Non lesinando di usare un linguaggio aggressivo, e comunque sopra le righe di quella che dovrebbe essere la normale dialettica politica, Brunetta si scaglia contro l’ipotesi avanzata ieri dal ministro per gli Affari regionali di togliere l'Imu sulla prima casa per il 70% dei contribuenti. E ripete il mantra del Pdl:

"L'abolizione della tassa sulla prima casa deve essere totale".

Il cavallo di battaglia del centrodestra, come se tutti i destini del Paese fossero legati alla cancellazione dell’imposta sull'abitazione principale.

Delrio ieri aveva detto che il governo sta mettendo a punto una Service Tax che accorperà Imu e Tares, precisando che la cancellazione dell’Imu sulla prima casa per il 70% degli italiani, cioè per la fascia di popolazione meno abbiente, fa risparmiare 1,5 miliardi di euro rispetto all’abolizione dell'imposta per tutti.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: