Indice Pmi servizi sotto le attese ad agosto: il terziario soffre ancora

L'indice rimane sotto soglia 50 (a 48,8) per il 27esimo mese di fila. A pesare sul terziario italiano è la debolezza della domanda interna.

Il terziario italiano soffre ancora come dimostra la contrazione fatta registrare dal settore nel mese di agosto che contrasta con i segnali di ripresa del settore manifatturiero.

L'indice Pmi servizi Markit/Adaci relativo a società di servizi (che vanno dalle assicurazioni ai bar/ristoranti) sale ad agosto a 48,8 dal 48,7 di luglio. È il ventisettesimo mese consecutivo che l’indice rimane al di sotto della famosa soglia di 50, che separa l'espansione economica dalla contrazione.

Secondo un sondaggio condotto da Reuters, 12 analisti avevano stimato un consensus a 49,4, con previsioni comprese fra 48,7 e 52,2.

L'indice, anche se di pochissimo, è comunque cresciuto per il secondo mese consecutivo e la contrazione nel settore è stata la meno marcata dall'inizio della recessione.

Phil Smith, economista di Markit spiega:

Anche se il settore dei servizi deve ancora sintonizzarsi all'espansione di quello manifatturiero, tutte le indicazioni dell'indagine di agosto ci dicono che la contrazione sta arrivando verso una conclusione. I dati combinati per la manifattura e i servizi ad oggi indicano una stagnazione del Pil nel terzo trimestre anche se un andamento robusto del settore terziario in settembre potrebbe migliorare questa previsione.

A pesare sul terziario è la flebile domanda domestica mentre la manifattura, più orientata all'export, beneficia dell’avvio di una ripresa economica globale.

Se è vero che l'Italia, terza economia dell’eurozona, sta cominciando a vedere la luce in fondo al tunnel della recessione iniziata a metà 2011, è altrettanto evidente che la ripresa potrebbe essere più lenta e debole del previsto.

Il Pil italiano è stato negativo dello 0,2% nel secondo trimestre del 2013, l'ottavo trimestre consecutivo di contrazione, mentre l’Ocse ieri ci ricordava che la nostra è l’unica economia del G7 ad avere un Prodotto interno lordo negativo per l’anno in corso.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail