Non solo Cortina: blitz della Guardia di Finanza a Roma


Non erano piaciuti a molti i controlli effettuati durante le festività natalizie da parte della Guardia di Finanza e dell'Agenzia delle Entrate a Cortina. Si è parlato di operazione "strumentale", uno "spottone" in grado di creare uno "Stato di Polizia tributaria" nel nostro paese secondo alcuni. La risposta dei finanzieri è di intensificare controlli, anche in altre zone d'Italia, per non dare l'impressione di "avercela con i ricchi".

Nella giornata di oggi è infatti partito il "Piano Coordinato di controllo economico del territorio" con ben 405 controlli a Roma nella zona dello shopping hanno permesso di rilevare 190 violazioni per mancata o irregolare emissione di scontrini e ricevute fiscali.

In un solo pomeriggio la Guardia di Finanza ha dunque individuato un numero di violazioni pari a quelle scoperte nei primi 13 giorni dell'anno nella provincia di Roma, la dimostrazione (casomai ce ne fosse bisogno) che il fenomeno della mancata emissione dello scontrino è sempre diffusissimo. Basterà a spaventare gli evasori? L'impressione è che qualsiasi tipo di controllo andrebbe sistematizzato, il fatto che una giornata di controlli intensi diventi "una notizia" testimonia come i commercianti che evadono il fisco possano ben sperare di farla franca non appena si spengono i riflettori della stampa.

  • shares
  • Mail