Bot: il rendimento scende sotto il 2%


Per la prima volta dal maggio scorso, un secolo fa se consideriamo i frenetici eventi che hanno scandito la crisi finanziaria del nostro paese negli ultimi mesi, i rendimenti dei Bot semestrali scendono sotto la soglia del 2%. Nell'ultima asta il Tesoro è riuscito a collocare 8 miliardi di titoli (la domanda era arrivata a 10,7) con un rendimento pari al 1,969%. Non più l'investimento molto conveniente dal punto di vista dei tassi come nelle aste meno recenti, ma un buon segnale per tutto il paese.

Tutti i sacrifici imposti dal governo Monti ai cittadini sarebbero resi inutili se i rendimenti dei titoli di Stato con i quali l'Italia deve obbligatoriamente finanziarsi nell'attuale situazione volassero alle stelle. Da qui tutta la preoccupazione per il livello dello spread: se non torna stabilmente intorno ai 300 punti l'Italia dovrà continuare a pagare tassi d'interesse che rischiano di diventare il definitivo cappio al collo del nostro paese.

Gli investitori che continuano a credere nei titoli di Stato saranno certamente meno contenti di ricevere tassi meno elevati di rendimento, ma almeno possono essere ancora più sicuri (sia chiaro, la sicurezza matematica non c'è e non ci sarà mai) che quegli stessi titoli non diventino carta straccia a causa di un default.

Foto | © TM News

  • shares
  • +1
  • Mail