Mutui più costosi a partire da ottobre!

tassi bce rialzi

Atteso un nuovo rialzo dei tassi. I segnali c'erano già tutti (leggi) a confermarli, ora, ci pensano le nuove dichiarazioni di Erkki Liikanen, membro di consiglio all'Eurotower.

"La Banca centrale europea - ha detto Liikanen - è in questo momento molto vigile rispetto ai rischi di inflazione di Eurolandia", lasciando così intendere che un rialzo dei tassi è probabile a breve termine (5 ottobre).

Il rialzo dei prezzi resta infatti al di sopra del livello del 2% giudicato accettabile dalla Bce, in particolare a causa delle quotazioni del petrolio, che obbligano Francoforte a restare «molto vigile e a prendere delle misure quando servono», ha affermato il governatore della Banca di Finlandia a margine dei lavori del Fondo monetario internazionale a Singapore. L'utilizzo della formula «grande vigilanza» sui prezzi dai responsabili della Bce è interpretato dagli analisti come un segnale di un prossimo rialzo dei tassi: i mercati finanziari puntano in generale su un rialzo di un quarto di punto in occasione della prossima riunione della Bce che si svolgerà a Parigi il 5 ottobre.

Ogni qualvolta che il Board della BCE usa il sostantivo "vigilanza forte" arrivano puntuali i rialzi (quattro da dicembre scorso). Ora siamo al 3% ma gli "esperti" giurano che, secondo quanto filtrato da autorevoli esponenti della Bce, entro il 2007 il costo del denaro arriverà a quota 4%.

Cavolini di Bruxelles per tutti?

  • shares
  • +1
  • Mail