Eurozona: inflazione in calo ad agosto, stabile in Italia

Ad agosto del 2012 il tasso di inflazione di Eurolandia era al 2,6%, in Italia al 3,3%.

Prezzi in calo nell’Eurozona. Eurostat, l’ufficio di statistica dell’Unione europea, ad agosto 2013 registra un tasso di inflazione annuale dell’1,3%, in flessione dall’1,6% del precedente mese di luglio.

L'indice dei prezzi al consumo ad agosto (Cpi definitivo) evidenzia così un incremento su base annuale in linea con le previsioni e sale dello 0,1% ad agosto, su base mensile, sia nell’eurozona che nell’Ue, contro un calo dello 0,5% che era stato rilevato a luglio scorso.

Ad agosto del 2012 il tasso di inflazione di Eurolandia era al 2,6%. Per l'Unione europea a 28, l’inflazione annuale ad agosto 2013 si attesta all’1,5%, pure qui in calo rispetto a luglio (dell’1,7%) mentre nello stesso periodo del 2012 il tasso si attestava al 2,7%.

A luglio 2013 il tasso di inflazione annuale più basso lo aveva la Grecia (-1,0%) seguita da Bulgaria (-0,7%) e Lettonia (-0,1%). L’inflazione più alta invece era stata registrata in Estonia (+3,6%) Paesi Bassi (+2,8%) e Romania (+2,6%). Sempre sul mese di luglio scorso, l’inflazione annuale è calata in 24 stati membri dell’Ue e rimasta stabile in 3 Paesi, tra cui l'Italia dove il tasso è all’1,2% (era al 3,3% ad agosto 2012).

Il tasso di inflazione medio sull’anno più basso vede ancora la Grecia (-0,1%) al primo posto, a ruota Lettonia e Svezia (+0,7%). Quello più alto lo fa segnare invece la Romania (+4,4%), seguita da Estonia (+3,8%) e Croazia (+3,5%).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail