Quanto ci costerà l'inflazione nel 2012?

Scritto da: -


L’inflazione al 3,3% e una crescita ancora più marcata del cosiddetto “carrello della spesa” (i prodotti acquistati con maggiore frequenza ed in maggiori quantità) del 4,6% saranno un’autentica mazzata per le famiglie italiane. Fino a quando questi aumenti percentuali restano nella forma nella quale l’Istat lo comunica possono risultare fin troppo asettici, ma la Federconsumatori ha pensato bene di fare due conti cercando di riportare alla realtà le cifre.

Le stime dell’associazione dei consumatori non sono per nulla prudenti. A fronte di questa crescita dell’indice dei prezzi al consumo ogni famiglia rischia di dover sborsare nel 2012 1.334 euro in più rispetto allo scorso anno in un computo nel quale va aggiunta anche la crescita dell’Iva, l’arrivo dell’Imu e l’aumento di addizionali comunali e regionali:

Con l’inflazione a questo livello gli aggravi per le famiglie saranno di oltre 1.334 euro annui, di cui oltre 221 solo nel settore alimentare (stando agli aumenti denunciati dall’Istat). Se a ciò aggiungiamo anche l’aumento della tassazione (Imu, Iva, addizionali regionali e comunali, ecc.), che ammonta a +1.133 euro annui, la stangata per le famiglie raggiunge quota 2.467 euro annui.

Il salasso è assicurato, per questo la Federconsumatori chiede al governo una maggiore attenzione alla tutela del potere d’acquisto delle famiglie. L’invito è chiaramente polemico viste le recenti notizie che confermano l’aumento dell’Iva da ottobre al 23% e le nuove accise sui carburanti legate al riordino della Protezione Civile. In questo contesto si teme giustamente che la recessione già in atto nel paese rischi seriamente di aggravarsi.

Foto | © TM News

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Soldiblog.it fa parte del Canale Blogo News ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.