Imu: pagamento in tre rate per la prima casa


Il segretario del Pdl, Angelino Alfano, l'aveva promesso: Imu in tre rate e una tantum. Bene, se quest'ultimo risultato non è stato raggiunto (ma tornerà utilissimo come futuro impegno da assumere in campagna elettorale) il primo almeno è divenuto realtà. Il governo si ritrova modificato proprio in questa parte dalla Commissione finanze della Camera il suo decreto in attesa di approvazione finale da parte del parlamento: l'imposta dovuta per la prima casa sarà pagabile "in comode rate". Nessuno sconto particolare, ma quanto meno la possibilità di dividere l'importo della nuova tassa in tre tranche.

La commissione ha approvato un emendamento che recita: "per l'anno 2012 l'imposta dovuta per l'abitazione principale e per le relative pertinenze può essere versata in tre rate". La prima scadenza è ormai prossima, il 16 giugno, ne seguiranno altre due: 16 settembre, 16 dicembre. Nelle prime due rate si pagherà l'imposta secondo l'aliquota base, nella terza i proprietari dovranno regolare anche gli eventuali conguagli dovuti all'importo finale dell'aliquota stessa stabilita localmente dalle amministrazioni comunali.

Un'altra novità introdotta oggi in commissione prevede una restrizione per le detrazioni sulla prima casa e si tratta di una limitazione che vuole evitare una scappatoia "ai furbi" che potrebbero modificare la residenza di un coniuge per rendere anche una "seconda casa" in grado di godere dello stesso "sconto". Questo secondo emendamento stabilisce che le detrazioni debbono "essere uniche per nucleo familiare indipendentemente dalla dimora abituale e dalla residenza anagrafica dei rispettivi componenti. Le agevolazioni previste si applicano solo se il possessore ed il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente nell'abitazione stessa". Si vogliono evitare così "elusioni dell'applicazione delle agevolazioni per la prima casa, nel caso in cui i coniugi stabiliscano la residenza in due immobili diversi nello stesso comune".

Foto | © TM News

  • shares
  • +1
  • Mail