Corte dei Conti: L'Imu favorirà l'evasione sugli affitti

Scritto da: -


L’Imu potrebbe annullare i presunti effetti virtuosi della cosiddetta “cedolare secca“. La legge che consentiva ai proprietari di immobili in affitto di pagare un’imposta unica e agevolata sui redditi da locazione aveva l’obiettivo di far emergere il “nero”, diffusissimo sugli affitti, ma la nuova imposta municipale unica rischia di far smarrire quell’effetto positivo. Lo sostiene la Corte dei Conti nell’ultima relazione sulle leggi di spesa.

Suscita perplessità la mancata riproposizione dell’abbattimento dell’aliquota IMU nei confronti di possessori di alloggi concessi in locazione, sostituito dalla facoltà concessa ai Comuni di disporre a carico del proprio bilancio eventuali agevolazioni. Tale previsione, unitamente alla revisione degli estimi catastali, potrebbe ridurre la convenienza alla regolarizzazione dei rapporti locativi connessa con l’introduzione della cosiddetta ”cedolare secca”, dalla quale era attesa una maggiorazione di gettito, derivante dall’aumento della platea dei contribuenti che avrebbe dovuto più che compensare la diminuzione dell’aliquota di riferimento per la tassazione.

Secondo la Corte dei Conti non concedere detrazioni per gli immobili concessi in fitto può indurre i proprietari a ritenere il contratto in nero una ghiotta opportunità evitando le imposte sul reddito da locazione e contemporaneamente simulando che l’appartamento sia una “prima casa” per godere degli sconti previsti. Quando si è alla disperata ricerca di gettito manca la lungimiranza.

Vota l'articolo:
3.75 su 5.00 basato su 4 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Soldiblog.it fa parte del Canale Blogo News ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.