Più pensionati, ma assegni più poveri

Scritto da: -


Quante e quali pensioni sono state pagate nel 2010? Ce lo dicono Istat e Inps che hanno pubblicato un resoconto che riesce, numeri alla mano, a spiegare quanto realmente pesi la spesa pensionistica nel nostro paese e soprattutto con quanti euro al mese una buona fetta della popolazione italiana deve vivere.

I pensionati italiani sono circa 16 milioni e 700 mila e annualmente percepiscono mediamente 15.471 euro all’anno. Complessivamente le “prestazioni” sono ben 23 milioni e 800 mila perché circa il 33% dei pensionati riceve più di una pensione e la media di ogni singola prestazione è di poco inferiore agli 11 mila euro annui. La spesa totale nel 2010 è stata di 258 miliardi e mezzo di euro, un’uscita che ha inciso per 16,64 del Pil, in lieve diminuzione rispetto al 2009 (-0,05%), nonostante il complessivo aumento (+1,9%).

Il 71% dei pensionati ha più di 64 anni, mentre il 3,5% ha meno di 40 anni, un numero minoritario per carità, ma che infastidisce non poco tenendo conto del fatto che si tratta di persone che godono di un privilegio inaccettabile per i giovani di oggi che una pensione rischiano di non vederla mai. Da un punto di vista geografico i pensionati sono distribuiti in maniera diseguale: quasi la metà è al Nord, circa il 20% al centro e poco più del 31% al Sud.

Spaventano, nell’ottica di un impoverimento di una categoria debole come quella degli anziani, che 7,6 milioni di persone percepiscano meno di 1000 euro al mese e che siano addirittura 2,4 quanti devono cavarsela con 500 euro al mese. Denaro che in molte zone d’Italia non è sufficiente nemmeno per pagare l’affitto di un monolocale.

Foto | © TM News

Vota l'articolo:
3.50 su 5.00 basato su 2 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Soldiblog.it fa parte del Canale Blogo News ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.