Anche un parroco per lo sciopero fiscale


Non pagare le tasse e farlo con la benedizione di un parroco. Certamente è destinato a far notizia il proclama di Don Ferdinando Mazzoleni, 26 enne giovanissimo parroco brianzolo, che di fronte ai suoi fedeli radunati in chiesa ha legittimato la scelta di quanti decidono di evadere il fisco. Don Ferdinando ha usato il bollettino parrocchiale per lanciare dubbi che appaiono una formale legittimazione per quanti decidono di mettere in pratica la disobbedienza fiscale:

Non tutti vengono controllati e costretti a pagarle, mentre altri fanno la bella vita e se la spassano, senza pensieri. La gente non arriva alla fine del mese, dunque non è vero come dicono loro che l'Italia è salva, ma i sacrifici da fare per andare avanti sono sempre di più, e il governo continua ad imporre tasse su tasse: la benzina, l'Imu, la Tarsu, e chi più ne ha più ne metta.

Parole da "uomo della strada" ed in contrasto con quanto ripetutamente dichiarato dalla CEI, la Conferenza Episcopale Italiana, che ha più volte lanciato veri e propri anatemi nei confronti degli evasori fiscali che, con il loro atteggiamento "furbetto", rendono a tutti i cittadini italiani la vita più difficile.

Foto | © TM News

  • shares
  • +1
  • Mail