Imu? Secondo il governo non dobbiamo lamentarci

Scritto da: -


L’Imu? Non bisogna lamentarsi troppo. Le proteste non si placano (proprio ieri il segretario della Cisl Raffaele Bonanni l’ha definita “una patrimoniale per i poveri” con riferimento alla mancata patrimoniale che avrebbe colpito molti meno contribuenti) e gli italiani si preparano alla fatidica data del 16 giugno entro la quale andrà versata la prima rata, ma secondo l’esecutivo non dovremmo lamentarci poi molto. Il sottosegretario Vittorio Grilli, rispondendo alla Camera ad un’interrogazione di un parlamentare della Lega Nord, ha spiegato che il livello di tassazione degli immobili nel nostro paese è “più basso di quello dei principali paesi Ocse”.

In molti Paesi è previsto un trattamento preferenziale a favore dell’acquisto ovvero della locazione della prima casa; in nessuno dei principali Paesi Ocse, però, vige una completa esenzione da fiscalità dell’abitazione principale. L’Italia è il Paese con la più bassa tassazione della proprietà immobiliare tra i principali Paesi Ocse.

Testuali parole, insomma, dovremmo considerarci fortunati. Anche se Grilli non entra nel dettaglio ed usa dati macro per sottolineare quanto gli italiani, che pure hanno la più alta quota di ricchezza investita proprio in abitazioni (il 70% del totale degli investimenti), siano molto fortunati:

Dai dati emerge che il prelievo immobiliare in Italia è assai inferiore rispetto ai principali Paesi avanzati. Escludendosi le imposte sui trasferimenti immobiliari ed altre imposte straordinarie, nel 2009 l’incidenza del prelievo sugli immobili è risultato pari a circa lo 0,6% del Pil, a fronte di una media Ocse di circa l’1,1%. Valori superiori si rilevano per la Francia (2,4%), il Regno Unito (3,5%), il Canada e gli Stati Uniti (circa 3%), il Giappone (2,1%).

Non sarà forse perché “nel 2009″ l’Ici era stata totalmente abolita? Chissà questa percentuale come cambierà dopo il doppio colpo dell’introduzione dell’Imu e la contemporanea rivalutazione delle rendite catastali…

Foto | © TM News

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Soldiblog.it fa parte del Canale Blogo News ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.