Istat, sale la fiducia delle imprese: "Ai massimi da un anno"

A settembre indice di fiducia delle imprese a 83,3, sale il manifatturiero ai massimi da due anni

Sale ulteriormente l'indice di fiducia delle imprese, come comunicato questa mattina dall'Istat: il miglioramento del livello di fiducia delle imprese sale ulteriormente da agosto.

A settembre 2013 l'indice composito del clima di fiducia delle imprese italiane (Iesi, Istat economic sentiment indicator) espresso in base 2005=100, sale a 83,3, da 82,0 di agosto, per la terza volta quest'anno: l'indice non raggiungeva questi livelli da luglio 2012.

Nonostante l'Istat specifichi come il range resti molto basso, e come il dato non includa gli eventuali effetti delle ultime vicende economiche e politiche, l'analisi del clima di fiducia per raggruppamenti principali di industrie (Rpi) indica un miglioramento dell'indicatore nei beni di consumo (da 92,8 a 96,0), nei beni intermedi (da 94,2 a 98,0) e nei beni strumentali (da 91,7 a 94,8).

Il miglioramento tocca dunque tutti i settori, con la manifattura ai massimi da due anni (agosto 2011):

"Al peggioramento dei giudizi sul livello degli ordini (da -19 a -25 il saldo) si contrappone il miglioramento delle relative attese (da -13 a -6); si conferma in recupero il saldo relativo alle attese sull'andamento dell'economia in generale (da -38 a -36).

Nel commercio al dettaglio, l'indice del clima di fiducia sale da 86,6 di agosto a 91,1. L'indice aumenta sia nella grande distribuzione (da 81,2 a 90,3) sia nella distribuzione tradizionale (da 93,2 a 94,9)."

  • shares
  • Mail