Le multe con lo sconto partono con il piede giusto

I dati dei comandi di polizia municipale di Verona e Torino.


Le multe con lo sconto riscuotono successo. A settembre le persone che si sono rivolte agli sportelli della polizia municipale di Verona per pagare le multe in saldo sono state più di 5.400. Stessa cosa a Torino dove gli automobilisti pizzicati a commettere un’infrazione del codice stradale che hanno deciso risparmiare il 30% sul verbale pagando la multa entro 5 giorni sono praticamente raddoppiati.

La nuova normativa è entrata in vigore il 21 agosto, dopo la conversione in legge (la numero 98 del 2013) del Decreto del fare. E dai primi dati che arrivano dai comandi di polizia municipale sembra proprio che la multa tagliata del 30%, se pagata entro quel lasso di tempo, sia partita con il piede giusto.

Il comandante della polizia locale di Verona Luigi Altamura ne è convinto:


Lo sconto, escluso solo per le sanzioni penali e particolarmente gravi, sta riscuotendo un notevole successo tra gli utenti stradali. In questo primo mese di avvio dell’esperienza possiamo ritenerci soddisfatti dell’effetto deflattivo introdotto dalla legge. In termini numerici abbiamo avuto un incremento di quasi il 50% delle somme incassate rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In buona sostanza a oggi ci risultano pagati con lo sconto già 5.411 verbali.


Rimane aperta una questione che sta suscitando qualche problema interpretativo. Lo sconto sulle multe è da considerarsi applicabile anche gli avvisi di divieto di sosta?

Su questo il Ministero dell’interno non ha fornito ancora il necessario chiarimento e non tutti i comandi di polizia municipale nel frattempo procedono allo stesso modo. A Torino lo sconto sui divieti di sosta è stato praticato fin da subito con riscontri anche qui molti positivi da parte dei multati. L'incremento totale dei soldi incassati dai verbali nel capoluogo piemontese è stato superiore del 50% rispetto a settembre dell’anno scorso.

© Foto TM News

  • shares
  • +1
  • Mail