Inflazione: leggera frenata a Maggio

Scritto da: -

I dati diffusi dall’Istat fanno segnare la prima frenata per inflazione dall’inizio del 2011. Nel mese di maggio il tasso è al +3,2%, dato già anticipato qualche giorno fa delle stime provvisorie, rispetto allo stesso mese dello scorso anno contro il +3,3% di aprile. Nel complesso su base annua l’inflazione acquisita rimane al +2,7%.

Le notizie migliori arrivano dal cosiddetto “carrello della spesa“, l’insieme dei prodotti acquistati con maggiore frequenza che negli ultimi mesi aveva fatto segnare aumenti record. Su base mensile i prezzi di quel particolare paniere scendono dello 0,1% e il tasso tendenziale scende al +4,2%, in calo dello 0,5% rispetto al mese di Aprile.

Andando ad analizzare i dati dei singoli settori i consumatori devono comunque sopportare aumenti rilevanti per beni di prima necessità: i beni alimentari come pane e pasticceria salgono dello 0,4%, la pasta dello 0,2% (su base annua l’aumento è rispettivamente del 3% e del 2,4%). Lo zucchero sale dello 0,4% (+9,4% su base tendenziale) così come il vino, +3,9% su base annua. L’aumento del 4,2% è imputabile anche alla crescita dei prezzi della frutta fresca (+5,6%), delle uova (+1%, +5% rispetto a maggio 2011), del pesce fresco di mare di pescata (+0,7%) e di quello di allevamento (+1,4%), in aumento in termini tendenziali, rispettivamente, del 3,0% e del 4,9%. Gli unici a scendere sono i vegetali freschi (-3,3%, -1,8% su base annua).

Foto | © TM News

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!