Prezzi delle case ancora in calo

Nei primi sei mesi del 2013 i prezzi diminuiscono mediamente del 5,9% rispetto al primo semestre dell'anno scorso.

Prezzi delle case ancora in calo, il mercato del mattone conferma il trend al ribasso dei prezzi. Secondo le stime preliminari dell’Istat nel secondo trimestre del 2013, l'indice dei prezzi delle abitazioni (Ipab) comprate sia per fini abitativi sia per investimento fa segnare una diminuzione dello 0,6% rispetto al trimestre precedente e del 5,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Il calo del secondo trimestre è la settima flessione congiunturale consecutiva, ance se l’ampiezza della riduzione si è ridotta a -1,5% nel primo trimestre 2013 e a -0,6% nel secondo, dal -2,2% del quarto trimestre del 2012.

Sull’anno si tratta invece del sesto calo consecutivo dei prezzi delle case, con la dinamica tendenziale che segnala una certa stabilizzazione, a -5,9% da -6,0% del trimestre precedente.

Sul calo congiunturale pesano le flessioni dei prezzi delle abitazioni nuove (-0,8%, dopo -1,1% del trimestre precedente), così come di quelle esistenti (-0,6%, dopo -1,5%).

La contrazione su base annua dei prezzi delle case è invece data dalla sintesi della diminuzione dei prezzi delle abitazioni sia esistenti (-7,4%) che di nuova costruzione (-2,6%).

La flessione rispetto allo scorso anno dei prezzi delle abitazioni esistenti è di ampiezza inferiore di quella registrata nei due trimestri precedenti. La diminuzione su base annua dei prezzi delle case nuove è la seconda di fila, più ampia di quella registrata nel primo trimestre dell’anno (-1,3%).

Nel primo semestre del 2013 i prezzi diminuiscono mediamente del 5,9% nel confronto con i primi sei mesi del 2012, come risultato di un calo dell'1,9% dei prezzi delle case nuove e del 7,7% dei prezzi di quelle esistenti.

  • shares
  • +1
  • Mail