La produzione industriale dell'eurozona cresce dell'1% ad agosto. Italia in controtendenza

L'Italia è il Paese Ue che ha registrato il quarto calo più consistente della produzione industriale su base tendenziale (-4,6%).

La produzione industriale della zona euro cresce dell'1% ad agosto 2013 su base mensile, secondo le stime diffuse oggi da Eurostat, l’ufficio centrale di statistica europeo.

E se Eurolandia può dirsi ormai avviata sulla strada della ripresa economica, non può fare altrettanto l'Italia, il cui dato sulla produzione industriale di agosto è in controtendenza, cioè in calo dello 0,3%, il linea con il dato Istat.

Per il Belpaese si tratta del quarto calo più consistente della produzione industriale su base annua (-4,6%) nel confronto con gli altri stati dell’Ue.

Nell'insieme dell'Unione europea la produzione industriale è cresciuta ad agosto dello 0,5% sul mese precedente, facendo registrare un -0,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

La crescita nell’eurozona della produzione industriale ad agosto compensa il calo del settore di luglio (-1% su base mensile). Su base tendenziale invece, rispetto ad agosto dell’anno scorso, la produzione industriale dell’area della moneta unica fa segnare un -2,1%.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail