Le cartelle aggiornate di Equitalia si pagano alle Poste

Entro fine anno il nuovo servizio sarà esteso a tutto il territorio nazionale mentre rimarranno in vigore i tradizionali canali di pagamento delle cartelle.

Equitalia intende facilitare il pagamento della cartelle esattoriali, per il tramite di Poste Italiane.

È la stessa agenzia nazionale di riscossione dei tributi a spiegare oggi in una nota che:

Equitalia e Poste Italiane rafforzano la loro collaborazione per semplificare i pagamenti delle cartelle: il nuovo servizio, partito in via sperimentale a Roma e provincia, consente ai cittadini di pagare l'importo aggiornato del debito direttamente negli uffici postali, senza la necessita' di ulteriori verifiche o adempimenti.

I terminali di Poste Italiane in pratica, collegati a quelli di Equitalia, potranno calcolare eventuali variazioni del debito, o aggiornare l'importo originario di una cartella con gli interessi e gli altri aggravi previsti dalla legge una volta trascorsi 60 giorni dalla notifica della cartella.

Entro la fine dell’anno il nuovo servizio sarà esteso a tutto il territorio nazionale e il cittadino-contribuente avrà la possibilità di pagare i bollettini Rav allegati alle cartelle, con gli importi sempre aggiornati, in uno dei 14.000 uffici postali aperti anche il sabato mattina.

Ovviamente rimarranno in vigore i canali tradizionali di pagamento delle cartelle: gli sportelli di Equitalia, le ricevitorie Lottomatica e Sisal, i tabaccai convenzionati con banca ITB e gli sportelli bancari. O direttamente sul sito www.gruppoequitalia.it dove sono presenti tutte le indicazioni sulle modalità di pagamento e le funzioni Estratto conto e Pagare online.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail