Alitalia. British Airways: dal governo italiano aiuti illegali, la Ue indaghi

Iag denuncia il piano di salvataggio italiano. La Ue interverrà?


Non si placano le polemiche internazionali per il modo in cui il governo italiano sta gestendo il piano di salvataggio Alitalia. Stamattina il Financial Times apriva con un editoriale che accusava il nostro paese di protezionismo, ora è l'International Airlines Group, il vettore che controlla British Airways e Iberia, a muoversi contro il nostro paese, denunciando all'Unione Europea gli "aiuti di Stato" dati alla compagnia di bandiera.

Ci siamo sempre opposti all'aiuto di Stato. È protezionista, mina la concorrenza e favorisce le compagnie a rischio fallimento che non hanno la presa sulla realtà economica

Si legge nella nota di Iag, che è la terza compagnia aerea europea per valore di mercato. I vertici di Iag si sono appellati all'Ue accusando il piano di salvataggio italiano di "illegalità" e si augurano che “la Commissione Ue assuma misure temporanee per sospendere questo aiuto manifestatamente illegale”.

E a stretto giro di posta è arrivata anche la risposta dell'Ue. In precedenza la Commissione aveva detto che sarebbe intervenuta solo dopo la notifica ufficiale del piano di salvataggio, ma ora la denuncia di Iag sembra aver convinto ad accelerare i tempi. Un portavoce Ue ha fatto sapere che sarà valutata la conformità del piano alle regole europee.

Intanto è in corso a Fiumicino l'assemblea dei soci Alitalia chiamata ad analizzare e approvare l'aumento di capitale da 500 milioni di euro annunciato venerdì.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail