Box auto addio: gli italiani ci rinunciano e i prezzi calano

I prezzi dei garage sono in calo fino al 5% per la vendita e fino al 12% per l'affitto: lo studio di Immobiliare.it.

Garage addio. In un periodo in cui quasi la metà degli italiani riesce a comprare a malapena l'indispensabile, potersi permettere un box per l’auto è davvero impossibile, un lusso d’altri tempi forse, non certo per questi.

Di conseguenza i prezzi dei garage sono in calo fino al 5% per la vendita e fino al 12% per l'affitto. Secondo i dati di Immobiliare.it a una diminuzione della domanda corrisponde una crescita del numero di box in vendita (+6%) e in locazione (+9%).

Carlo Giordano, amministratore delegato di gruppo Immobiliare.it commenta:

Non solo molti italiani hanno rinunciato alla propria auto ma i veicoli circolanti sono mediamente più vecchi che in passato e raramente ha senso custodirli in un box privato.

Sulla base di questa indagine la città italiana che ha visto crescere più di tutte l'offerta, segnando un +5,7% di box in vendita e un +9,3% per quelli in affitto è Milano. Stessa tendenza per Roma con un +5,3% di box in vendita e un +7,2% di quelli in affitto rispetto al 2012, con i prezzi che scendono del 4,3% per la vendita e di oltre l'8% per l'affitto. Fatta eccezione per quegli immobili che si trovano nelle vie o negli stabili più prestigiosi del centro della capitale, i cui costi rimangono superiori a tre volte la media.

Anche a Torino si rileva un aumento dell'offerta del 4,5% per la vendita e del 6 % per il fitto. A Bologna +4,8% per la vendita e +5,8% per l’affitto con i prezzi in calo del 10,9%. La città in cui si registrano le diminuzioni più importanti dei prezzi è però Genova, con una flessione pari al 12,2%.

Quali sono i fattori di questa discesa dei prezzi di compravendita? Per Immobiliare.it oltre alla crisi economica va preso in considerazione il fatto che le nuove costruzioni prevedono obbligatoriamente un garage per ogni abitazione e che nei centri urbani, per via delle zone a traffico limitato o con accesso a pagamento, si prediligono sempre più i mezzi pubblici o quelli di condivisione, come il bike o car sharing.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO