Equitalia: rateizzazione dei debiti retroattiva

La misura è contenuta dall’articolo 52 del decreto "Fare" del governo Letta. Intanto si aspetta il decreto ministeriale con le modalità operative per l'allargamento della dilazione concessa per il pagamento dei debiti con il Fisco.

La rateizzazione dei debiti fiscali è possibile in 10 anni anche per il passato, cioè per i piani di rimborso varati prima del decreto legge numero 69/2013.

Equitalia, così come previsto dall’articolo 52 del decreto Fare, ha esteso la dilazione del pagamento a rate delle somme dovute dai debitori del Fisco nei casi di comprovata e grave situazione di difficoltà di quest’ultimi e per ragioni estranee alle loro responsabilità. Si è infatti passati dalle 72 rate mensili attuali a un massimo di 120.

Le istruzioni operative arriveranno a stretto giro secondo quanto detto ieri dal sottosegretario all’economia Alberto Giorgetti in riposta a due interrogazioni in commissione finanze di Montecitorio. Le modalità di attuazione si attendevano entro lo scorso 20 settembre ma ad oggi il decreto ministeriale non è stato ancora approvato.

Il presidente della commissione finanze della Camera Daniele Capezzone (Pdl) a inizio ottobre aveva già definito il fatto "sconcertante" in quanto si tratta:

“di un adempimento che risulta indispensabile al fine di tutelare i contribuenti in difficoltà".

IL sottosegretario Giorgetti ha spiegato sempre ieri che la stesura del dm è in fase di avanzata e che il ritardo è ascrivibile:

"alla complessità delle misure tecnico-operative volte ad assicurare che il nuovo meccanismo di rateazione sia inserito e coerentemente raccordato alle variegate disposizioni già vigenti in materia".

Giorgetti ha comunque assicurato che, per una questione di equità, i piani di rateazione fin qui già accordati potranno essere aumentati fino a 120 rate.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail