Pensioni: a dicembre bonus di 154 euro per quelle più basse

Se l'importo complessivo delle pensioni prese nel 2013 non supera i 6.440,59 euro il pensionato ha titolo all'intero importo aggiuntivo.

Buone nuove per i pensionati che hanno un assegno che non supera il trattamento minimo (525,89 euro mensili) e con un un reddito basso. L'Inps infatti attraverso una circolare informa che con la rata di dicembre 2013 verranno corrisposte 154,94 euro aggiuntive, così come disposto dalla legge 388/2000.

L'Istituto nazionale di previdenza sociale spiega che l'assegnazione dell'importo in più sarà fatta per il 2013 in via provvisoria (in attesa della verifica dei redditi definitivi) e che se l'importo complessivo delle pensioni prese nel 2013, cioè comprensivo della maggiorazioni sociali e dell’aumento, risulta superiore a 6.595,53 al pensionato non spetteranno somme aggiuntive.

Se invece l'importo complessivo delle pensioni percepite per l’anno in corso è risultato minore o uguale a 6.440,59 euro, al pensionato verrà corrisposto l’importo aggiuntivo per intero, sempre che siano soddisfatte le sue condizioni reddituali ed eventualmente quelle del coniuge.

I redditi personali del pensionato non devono essere superiori a 9.660,88 euro. Se è coniugato il limite reddituale cumulativo non deve superare i 19.321,77 euro.

Nel caso in cui l'importo totale degli assegni pensionistici presi nel 2013 sia risultato compreso tra 6.440,59 e 6.595,53 euro, al pensionato spetterà la differenza tra 6.595,53 e l'importo delle pensioni, sempre una volta che risultino soddisfatte le condizioni reddituali sue e del coniuge.

  • shares
  • +1
  • Mail