Tariffe pubbliche: aumenti record per le bollette negli ultimi 10 anni

Scritto da: -

Secondo la CGIA di Mestre (l’associazione artigiani e piccole imprese) nel 2002/2012 le tariffe pubbliche hanno subito aumenti record. Il costo della vita in questo periodo è infatti aumentato del  24%. Le bollette dell’acqua sono cresciute del 69,8%, quelle del gas del 56,7%, quelle della raccolta rifiuti del 54,5%.  I biglietti ferroviari sono aumentati  del 49,8%, i pedaggi autostradali del 47,5%, l’energia elettrica del 38,2% ,  i servizi postali del 28,7%.

Per il segretario della CGIA Giuseppe Bortolussi a pesare sulla crescita dei prezzi - con gli stipendi comunque fermi ai livelli di 10 anni fa - non è  stata “’l'introduzione dell’euro” che “conta relativamente poco”  ma il costo crescente delle materie prime,  gas e  petrolio in primis;  l’incidenza delle tasse e dei cosiddetti oneri impropri; la scarsa efficacia delle  liberalizzazioni che solo nei servizi telefonici si sono rivelate funzionali all’abbattimento dei costi con una diminuzione della tariffe del 15,7% rispetto al  2002.

“Per l’aumento della bollette dell’acqua potabile è vero che la variazione percentuale è stata la più consistente, ma va anche sottolineato che gli importi medi pagati da ciascuna famiglia italiana sono ancora adesso tra i più bassi d’Europa” sottolinea Bortolussi.

Il presidente di Unioncamere Ferruccio Dardanello nel commentare i dati della CGIA afferma che “per rilanciare i consumi occorre innanzitutto rallentare la corsa di tariffe e tasse, locali e nazionali. Un primo passo è aumentare la trasparenza della pubblica amministrazione, per capire come si formano le tariffe dei servizi pubblici e come si possa meglio confrontarle con quelle dei comuni e delle regioni più virtuose”. 

Foto | © TMNews

 

Vota l'articolo:
3.89 su 5.00 basato su 9 voti.