Il 42% degli italiani costretto a tagliare gli acquisti di pane

Solo il 37% dei connazionali secondo un’analisi Coldiretti/Ixe' può andare tutti i giorni dal fornaio: i consumi del bene alimentare più prezioso al minimo storico.

Il 42% degli italiani nel 2013 si è visto costretto a tagliare le quantità di pane acquistato, percentuale che rappresenta il minimo storico e dovrebbe preoccuppare seriamente chi è al governo del Paese che un giorno sì e l’altro pure parla di ripresa alle viste e di miracoli fatti con la legge di Stabilità.

Solo il 37% degli italiani secondo i risultati di un’analisi Coldiretti/Ixe' può recarsi tutti i giorni dal fornaio per comprare il pane artigianale, il 16% dei connazionali vi si reca una volta ogni due giorni, il 22% due volte alla settimana e l'11% solo una volta ogni sette giorni.

Il risultato è che quest’anno sono stati consumati circa 98 grammi di pane a persona al giorno, con il consumo sceso a circa una fettina a testa a pranzo e una a cena (considerando due fette pari a 100 grammi di peso) rispetto ai 145 grammi a persona del 2007.

La crisi economica, con la drastica riduzione reddito disponibile, incide così sulla frequenza degli acquisti e quindi sul consumo del bene alimentare più prezioso, anche se il trend discendente viene da lontano. Secondo Coldiretti nel 1980 il consumo di pane giornaliero si aggirava attorno ai 230 grammi a testa al giorno, nel 1990 cala a 197 grammi, nel 2000 a 180 grammi, nel 2010 a 120 grammi e nel 2012 scende a 106 grammi.

In totale la spesa familiare per pane, grissini e cracker in Italia ammonta a circa otto miliardi all'anno con le famiglie che hanno speso mediamente 30,15 euro al mese per acquistarli (contro i 31,72 euro a famiglia del 2007) cioè il 6,4% della spesa alimentare familiare media pari a 468 euro al mese.

L’analisi sottolinea pure che il 42% degli italiani nel 2013 ha mangiato il pane avanzato dal giorno prima. Più nel dettaglio il 44% degli lo surgela, il 43% lo grattugia il 22% lo dà agli animali. Il 24% degli italiani poi utilizza pane raffermo per preparare ricette della tradizione contadina.

Per il 5% delle famiglie italiane il pane non avanza mai e solo il 2% di esse si permette il sacrilegio di gettare quello superfluo o del giorno prima.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail