Natale 2013: il 60% degli italiani taglia sui regali

Ma si risparmierà meno dell’anno scorso per imbandire la tavola delle feste: l'indagine di Coldiretti

Per il 60% circa degli italiani il Natale che si avvicina sarà magro, almeno dal punto di vista dello shopping: quasi sei su dieci (il 58%) secondo un’indagine campionaria di Coldiretti ritengono infatti di avere meno soldi da spendere, con il loro potere d'acquisto calato rispetto allo scorso anno, già abbastanza critico.

Quindi via con un taglio del 5% del budget destinato ai regali delle feste, con un orientamento che prediligerà le strenne utili e poco dispendiose. Dallo studio "Christmas survey 2013" di Coldiretti emerge la paura per quel che sarà, l'incertezza sul futuro, anche se il dato è in calo sull’anno scorso.

Per il 56% degli italiani la situazione economica peggiorerà ancora, contro il 41% degli europei che la pensa così. Coldiretti sottolinea tuttavia che la percentuale degli italiani che si aspetta un miglioramento nel 2014 è aumentata e non di poco rispetto allo scorso anno, passando dall'8% del 2012 al 18% del 2013.

Sempre secondo l’indagine un terzo degli italiani non aspetta le tredicesime per fare il giro dei negozi in cerca del regalo da mettere sotto l'albero ma fa i suoi acquisti entro la fine di novembre (magari sperando di risparmiare qualcosa).

La media di spesa calcolata da Coldiretti per ogni singolo regalo di Natale che sarà fatto è di circa 36 euro, con un trend che dovrebbe portare a un calo degli acquisti di abbigliamento, tecnologie e divertimenti vari.

Fare spese e regali utili andrà infatti a tutto vantaggio dell’enogastronomia in un’ottica di riscoperta della tradizione culinaria natalizia con la preparazione in casa di ricette per serate di festa da passare con la famiglia o con gli amici riassaporando i piatti tipici del territorio.

Coldiretti prevede poi anche che gli italiani per questo Natale 2013 non risparmieranno sulle spese alimentari per i cenoni delle feste come fatto nel 2012 e nemmeno per andare in viaggio (ovviamente chi se lo può permettere).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail