Trattativa Alitalia, UIL: management senza strategie, previsti 1.500 esuberi

Il segretario generale aggiunto della Uil Trasporti: "La cosa più preoccupante è che dentro all'azienda ci sono poche teste pensanti per come uscire da questa crisi. In questo momento Alitalia non ha strategie".

Trattativa tutta in salita per i sindacati alle prese con il nuovo piano industriale di Alitalia, dopo l’ingresso da parte di Poste Italiane nella società e l’aumento di capitale per evitare il fallimento dell’ex compagnia di bandiera.

Alla vigilia dell'incontro con l'azienda il segretario generale aggiunto della Uil Trasporti Marco Veneziani spiega che "non sarà facile far accettare i tagli di cui si parla".

Ai microfoni de "L'Economia prima di tutto" stamattina il sindacalista ha dato un giudizio tranchant sui manager di Alitalia, che lo ricordiamo ha 1,2 miliardi di debiti.


continua a pagina 2

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail