Crisi: il made in Italy crea lavoro. Coldiretti: Paese pronto per la svolta generazionale

I giovani della Coldiretti contro l’attuale classe dirigente dell’economia nazionale: "è la più vecchia d’Europa", ostacola il ricambio.

Il made in Italy per contrastare la crisi con la forza delle idee, creando nuovi posti di lavoro: la svolta nell’economia italiana è già in atto, nonostante le resistenze al nuovo. Ne sono convinti i giovani di Coldiretti, secondo cui è possibile creare nuova occupazione scommettendo sulla distintività nazionale, e ciò ovviamente vale non solo per i nostri prodotti enogastronomici.

Il primo dossier sulla “Svolta generazionale dell’economia italiana” di Coldiretti si basa sulla nascita delle nuove imprese giovani, sulla loro capacità di creare impiego, quindi reddito. E non lesina critiche a chi tenta di opporsi al cambiamento.

A mettere il freno agli incoraggianti segnali di ricambio generazionale secondo Coldiretti è l’attuale classe dirigente dell’economia nazionale, la più vecchia d’Europa, “colpevole” di arroccarsi sulla proprie posizioni e ostacolare un ricambio che dovrebbe essere naturale e che fa solo gli interessi del Paese.

continua a pagina 2

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail